Pallavolo, Italia regina d’Europa. Mister Mazzanti: “straordinario”

Sylla: “Abbiamo cancellato Tokyo, non vedevamo l’ora di mostrare chi siamo”

Miriam Sylla non ci crede quasi. Ha un microfono davanti, nella testa ha ancora l’ultimo punto della finale europea contro la Serbia, quella che ha incoronato l’Italia regina del continente. “Non ci posso credere” disse il capitano azzurro con un sorriso. Ma è tutto vero: l’Italia ha vinto l’Europeo. A Belgrado, contro la Serbia che l’aveva eliminata nei quarti di finale delle Olimpiadi, contro questa bête noire degli ultimi anni anche umiliata davanti ai suoi 20.000 tifosi in delirio con il 3-1 finale e un quarto set dominato.

mazzanti

Anche coach Mazzanti è quasi incredulo quando parla a RaiSport: “Le ragazze hanno fatto una gran cosa – ha detto, faticando ad articolare le parole -. Sono svuotato, è stato un periodo molto difficile. Felicissimo per le ragazze che sono andate a prenderlo. Ne avevamo bisogno”, ha detto riferendosi alla delusione di Tokyo, dove l’Italia era convinta di poter vincere una medaglia e invece è tornata dal Giappone con amara delusione. “È stata una fatica incredibile tornare in campo, per poterci divertire ancora. Felicissima di vedere le ragazze divertirsi in queste ultime partite, esprimendo il loro talento. Sylla ha sofferto tanto, felice per lei e per tutto il altri. È stata una lunga estate, durante la quale abbiamo faticato. Penso che le ragazze abbiano fatto qualcosa di straordinario”.

programma

Tokyo è anche il fantasma con cui Sylla dice che l’intero Blue Group ha dovuto affrontare. “Non vedevamo l’ora di giocare contro la Serbia – ha detto – ricordavamo bene le Olimpiadi, ci vergognavamo un po’ perché sapevamo di non aver giocato come potevamo. Volevamo dimostrare qualcosa. cosa, ce l’abbiamo fatta e io Sono davvero felice. Questa medaglia annulla il fallimento delle Olimpiadi: non ci siamo arresi, siamo tornati e abbiamo vinto”.

READ  Grassani: "Juve-Napoli 3-0 al tavolo? Ribaltamento del rigore"

un pensiero per gli assenti

Ed è stato bello, e significativo per lo spirito del gruppo azzurro, che l’Italvolley abbia indossato sul podio anche le maglie di Bosetti e Fahr, i due azzurri assenti per infortunio durante la rassegna continentale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *