Paolo Cannavaro, clamorosa esplosione dopo essere stato escluso dalla stazione Mostra-Maradona

La stazione ferroviaria Esposizione-Maradona della Ferrovia Cumana di Napoli si parla da giorni e giorni controverso certamente non svaniranno con l’ultimo sfogo “gridato” tramite i social network. Dopo Alessandro Renica, infatti, scrivere parole “di fuoco” da cui escludere 130 pannelli di “Gruppo di personaggi famosi” il blu è Paolo Cannavaro. L’ex capitano del Napoli non riesce a frenare il turbine di emozioni e si confida Instagram i tuoi pensieri in merito.

Da Laurentiis e Osimhen all'inaugurazione della stazione "Mostra-Maradona"

Guarda la gallery

Da Laurentiis e Osimhen all’inaugurazione della stazione “Mostra-Maradona”

Le parole di Paolo Cannavaro

Di seguito le parole di Paolo Cannavaro, accanto a una foto che lo vede alzare la Coppa Italia nel 2012. Un trofeo che, come lui stesso sottolinea, manca da 22 anni, vinto contro la Juventus dopo il 2-0 firmato da Cavani (rigore) e Hamsik: “Può essere 278 presenze con la maglia blu, riporta la tua squadra del cuore dagli anni bui agli anni luminosi, vittoria un trofeo dopo 22 anni di astinenza o di essere Capitano di Napoli per molti anni, non c’è un motivo valido per esserlo semplicemente ritratta su un pezzo dei 130 pannelli disponibili in una stazione della metropolitana, tra l’altro a pochi passi da casa mia. Non mi dispiace di non essere lì con gli altri né di chiedere l’elemosina, ma lo sono scusa per chi è dispiaciuto al mio posto, per chi mi ha contattato per giorni e si è sorpreso della mia assenza …. grazie a tutti e sempre FORZA NAPOLI“.

Lawrence; "Idea vincente di dedicare lo stadio a Maradona"

Guarda il video

De Laurentiis: “Un’idea vincente per dedicare lo stadio a Maradona”

READ  Le verità di Lukaku sull'abbandono dell'Inter iniziano la tempesta sul web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *