Partita decisiva per il titolo di Serie A a pari punti

AFP

Calcio IL NOSTRO

Ora, un tie-break deve determinare chi diventerà campione di Serie A se i club avranno lo stesso numero di punti. Lo ha deciso la Federcalcio italiana dopo che i club avevano discusso la proposta in precedenza.

In precedenza, il risultato del testa a testa è stato il fattore decisivo che sono stati incoronati campioni nazionali italiani con un pareggio in classifica.

La decisione della scorsa Serie A è arrivata nell’ultima giornata in cui il Milan, grazie alla vittoria sul Sassuolo, è diventato campione d’Italia per la prima volta in 11 anni.

I rossoneri hanno due punti di vantaggio sull’Inter, che ha anche vinto. Anche con un pareggio il titolo sarebbe andato al Milan, in base al reciproco risultato.

Nessun paese europeo ha uno spareggio con un pareggio. Di solito la differenza reti è decisiva.

decisori olandesi

Fino alla stagione 1969/1970 nel calcio professionistico olandese, le partite decisive si giocavano in caso di parità in classifica. Questo è successo due volte nell’intera storia dell’Eredivisie.

Il primo incontro decisivo ebbe luogo nel giugno 1958 e si oppose a DOS e NEC. DOS ha vinto dopo i tempi supplementari con un “gol d’oro”, sebbene questa designazione non esistesse ancora.

La seconda e più famosa partita decisiva si svolse tra Ajax e Feyenoord nel maggio 1960. L’ultimo giorno di competizione regolare, il Feyenoord colmò il divario con la capolista Ajax con una vittoria per 3-0 ben firmata in casa del De Kuip.

AFP

Partita decisiva Ajax – Feyenoord: para un tiro di Eddy Pieters Graafland

Sulla base di Sjaak Swart e Wim Bleijenberg (tre gol), l’Ajax si inchina con il punteggio finale di 5-1. Sarebbe l’ultima partita decisiva per il campionato di calcio olandese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.