Peter Madsen, inventore danese condannato per l’omicidio del giornalista Kim Wall, è riuscito a fuggire dalla prigione ma è stato arrestato

Martedì, Peter Madsen, Inventore danese condannato nel 2018 per omicidio del giornalista svedese Kim Wall, Ci è riuscito scappa di prigione e dopo poche ore viene ripreso dalla polizia.

Madsen era in una prigione alla periferia di Copenaghen, dove stava scontando una pena detentiva di 16 anni per l’omicidio di Wall, il giornalista che ha violentato e ucciso mentre viaggiava su un sottomarino di propria costruzione. Bo Yde Sorensen, presidente dell’Unione danese delle guardie carcerarie, ha spiegato che Madsen è riuscito a uscire di prigione prendendo in ostaggio uno psicologo che lavorava con i detenuti: minacciandola con quella che sembrava una pistola, lo ha fatto aprire le porte della prigione da parte dei prigionieri. guardie e fuggirono. Madsen, scrivono i giornali, poi si è allontanato dal carcere e si è nascosto in un furgone: però la polizia ha subito iniziato a seguirlo e lo ha trovato poco dopo. Madsen, che indossava anche una cintura di esplosivi falsi, è stato ammanettato a una recinzione stradale mentre aspettava l’arrivo degli artificieri ed è stato successivamente riportato in prigione. Successivamente è stato trasferito in un altro stabilimento.

– Leggi anche: Una storia delle serie televisive danesi

READ  Libano, la rabbia di Macron: "Mi vergogno per questa classe dirigente"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *