Problemi finanziari al Barcellona: il club licenzia l’intero ufficio stampa

Problemi finanziari al Barcellona: il club licenzia l’intero ufficio stampa

La squadra di calcio spagnola è coinvolta in uno scandalo di corruzione. L’FC Barcelona è accusato di aver pagato più di 7 milioni di euro a un alto funzionario dell’Associazione spagnola degli arbitri. Ciò sarebbe stato fatto per manipolare i risultati delle partite.

Nessuna sanzione è stata ancora pronunciata in questo caso, ma il club ora si dice costretto a ridurre il proprio budget. Se ciò non accadesse, il club non soddisferebbe più i requisiti di finanziamento che la Federcalcio spagnola stabilisce per tutti i club che giocano nella massima serie.

Scollegare

Il Barça TV esiste da quasi 30 anni, ma la spina verrà staccata alla fine di giugno, conferma Ernest Mendéz, presidente del consiglio di fabbrica. “Non ce lo aspettavamo. Sapevamo che questa opzione era sul tavolo, ma abbiamo sempre pensato che l’idea fosse con il club di andare fino in fondo. La realtà è che Barca TV sta diventando nera”.

All’inizio di quest’anno c’era già stata una disputa tra il consiglio di amministrazione del club e i dipendenti di Barca TV sugli stipendi. I lavoratori hanno quindi scioperato per settimane nei giorni delle partite per chiedere il miglioramento delle condizioni di lavoro. È stato fatto un accordo, ma ora il canale è completamente chiuso.

A causa della chiusura del canale televisivo, 150 persone perderanno il lavoro, ma non si sa ancora nulla di ufficiale. L’FC Barcelona ha informato la società di produzione interessata, TBSC Barcelona Productions, della decisione. OR Presidente Mendéz: “Il club ha informato TBSC che smetterà di acquistare servizi da TBSC dal 30 giugno e ha anche dichiarato che chiuderà il canale per motivi finanziari. La decisione è stata presa dal club, nessun altro”.

READ  3-0 e 1 punto di penalità

Molteplici problemi finanziari

Non è chiaro quale influenza abbia lo scandalo della corruzione sulla situazione finanziaria del club. È chiaro che ci sono più problemi della chiusura dell’emittente televisiva. Ad esempio, il Barcellona non ha ancora finalizzato con il banchiere americano Goldman Sachs un prestito per la ristrutturazione del Camp Nou, lo stadio in cui si evolve il club.

Barcellona e Goldman Sachs avevano concordato una scadenza per la fine di marzo, ma è passata senza che accadesse nulla. Secondo quanto riferito, Goldman Sachs ha posto ulteriori domande sulla stabilità finanziaria del club. Da allora è passato quasi un mese.

Per la ristrutturazione del Camp Nou è necessario un importo di 1,6 miliardi di euro. I lavori dovrebbero iniziare a giugno. L’FC Barcelona è quindi sotto pressione per completare il prestito.

I media spagnoli ben informati riferiscono che il Barcellona include clausole nei contratti con i nuovi giocatori durante le trattative sui trasferimenti. Indicherebbe che i nuovi giocatori sono consapevoli della situazione in cui si trova il club e che gli sviluppi potrebbero influire sui termini del loro contratto.

Canale di marketing

La chiusura del canale televisivo dell’FC Barcelona può portare un sollievo finanziario al club, ma perde anche un canale di marketing. Molte delle migliori squadre di calcio europee hanno i propri canali TV, come i rivali storici del Real Madrid, così come Juventus e Manchester United. Nei Paesi Bassi, ad esempio, conosciamo Ajax TV.

Mandando a casa 150 persone, il Barcellona sta riducendo drasticamente la forza lavoro. Il club ha quasi 500 dipendenti. Questo lo rende il club spagnolo con il maggior numero di dipendenti. Real Madrid e Atlético Madrid hanno meno di 400 dipendenti.

READ  Il ciclista di ciclocross Van Empel sognava il Bayern Monaco, ma ora va a Tábor con un camper

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *