Rabbia Dybala, esplosione violenta dopo l’obiettivo liberatorio

Il Genoa si conferma talismano di Paulo Dybala. L’attaccante argentino del Juventus ha trovato a Marassi durante la partita dell’undicesima giornata il sesto gol della sua carriera sul campo del Grifone.

Questa volta però si tratta di un gol speciale, il primo della stagione in campionato e il secondo dopo quello contro il Ferencvaros in Champions League. La speranza per Joya e tutta la Juventus è che questo sigillo ponga fine al lungo periodo difficile che ha attraversato l’ex Palermo.

Ai microfoni di ‘Sky Sport’ Dybala confermare quanto ilastinenza dalla realizzazione Lo ha condizionato nei primi mesi di stagione: “Per noi attaccanti segnare un gol dà molta fiducia. Ne avevo bisogno, c’erano così tanti giochi che non ero felice. Non ero io e penso che con ogni partita che andava avanti lo sentivo di più. Sono una persona a cui piace davvero toccare la palla, giocare, stare con i compagni di squadra e questo mi è mancato. Forse oggi non ho giocato una grande partita tecnicamente, ma questo gol mi dà tanto ”.

Il numero 10 si è poi concentrato sulla relazione con Andrea Pirlo: “Ho un ottimo rapporto con l’allenatore. Mi ha dato tanta fiducia, quando gli hanno fatto domande ha parlato molto di me. Devo ancora darle così tanto. Io con Ronaldo e Morata? Queste sono cose su cui lavorare. L’allenatore ha una certa sensibilità per il gioco e dobbiamo dare il meglio di noi stessi nel ruolo. In queste partite mi chiede di fare il centravanti, mi piace muovermi più liberamente in attacco e trovare i miei compagni di squadra ”.

READ  Ferencvaros-Juventus 1-4: doppietta Morata, Dybala, contro la sua squadra e Boli

Il tema del rinnovamento di contratto in scadenza nel 2022. Dybala ha qualcosa per tutti, i media in mente, ma c’è anche un messaggio per la società: “Si è parlato molto, purtroppo ci sono molte cose che non sono vere. Il mio agente è a Torino da molto tempo e non è stato chiamato. Mi dispiace quando si tratta di soldi e di numeri inventati, non ne parlo mai. Sarebbe bello se venisse detta la verità, parlare di numeri nella situazione in cui ci troviamo adesso mette le persone contro di me, con tutto l’amore che ho lì. Juventus. Amo questo club, l’ho sempre detto. Non parlo mai perché non ho molto da dire, ma ho un buon rapporto con i tifosi e dicono che queste cose li mettono contro di me ”.

OMNISPORT | 14-12-2020 00:01

Carattere: Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *