Ritorno doloroso per Djokovic: prima partita a Monte-Carlo nella finale diretta | Tennis

Nel primo set, il 22enne spagnolo Djokovic si è rotto rapidamente due volte e si è portato in vantaggio per 4-1. Il serbo è riuscito a rimontare sul 3-4, ma alla fine del primo set ha ceduto ancora e Fokina ne ha fatto buon uso: 6-3.

Nel secondo atto, lo spagnolo sembrava vincere. Ha subito rotto il suo avversario e ha condotto 3-0. Djokovic ha rifiutato di gettare la spugna, tuttavia, e, sotto 2-4, ha vinto tre partite di fila e improvvisamente ha dovuto affrontare un vantaggio di 5-4. Il serbo è stato autorizzato a servire per il secondo set, ma ha visto Fokina salire dalla sua parte. Alla fine, un tie-break doveva decidere chi avrebbe vinto il secondo set.

partita decisiva

Sul 5-5 in questo tie-break, Fokina ha sbagliato completamente la palla, tanto che Djokovic era a un solo punto dalla vittoria del set. Nella manifestazione che ne è seguita, il serbo ha mostrato perché è ancora il numero uno del mondo. Con un punto brillante, ha preso la seconda società: 7-6.

Anche nel terzo set, Djokovic ha dovuto cacciare ancora. Fokina ha subito sfondato il servizio del serbo e ha preso il vantaggio di 5-1 dopo un’altra pausa. Il fantastico gioco del Fokina non ha rinunciato a questo vantaggio. Con un terzo break, infatti, Fokina ha chiuso la partita: 3-6, 7-6, 1-6.

Delusione

“È deludente perdere una partita e sentirlo in pista”, ha detto in seguito Djokovic. “Ma non finisce qui. Continuerò a lavorare e spero di arrivare al Roland Garros nella mia forma migliore, questo è il mio grande obiettivo nella stagione sulla terra battuta. Sapevo che mi ci sarebbe voluto del tempo per raggiungere il mio meglio sulla terra battuta. Non ho mai giocato bene nei tornei di apertura sulla terra battuta.

READ  I pannelli solari producono meno perché non amano il calore | ADESSO

Davidovich Fokina ha celebrato la più grande vittoria della sua carriera. “Sono un grande fan di Djokovic”, ha detto. “Cerco di guardare tutte le sue partite. Non è un bene che l’ho battuto qui davanti a tutte le tribune? †

Tempi difficili

Poco prima del torneo, il 34enne Djokovic ha detto di aver sofferto molto per aver saltato molti tornei negli ultimi mesi. Il serbo non è stato vaccinato contro il coronavirus, quindi non è stato il benvenuto in molti luoghi.

Ha saltato l’Australian Open, il primo torneo del Grande Slam dell’anno, e ha giocato a Dubai solo per i primi tre mesi. “Speriamo di non essere in sei partite in sei mesi”, ha detto Djokovic delle sue uniche tre partite finora quest’anno, a febbraio a Dubai. “Gli ultimi tre o quattro mesi sono stati molto duri per me, mentalmente ed emotivamente. È qualcosa che non ho mai sperimentato prima”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.