Ronaldo, Cannibal accoltella la sua 78esima vittima. Solo Ibra meglio di lui

Con la doppietta contro il Crotone, il portoghese torna in vetta (in solitaria) dei capocannonieri: a 18 anni porta la firma, Lukaku a 17 anni

Ronaldo è stato fermato: fermato su un gol nelle ultime cinque partite di campionato, da tre partite 3 partite se si contano le Coppe. Ma stasera ha rilasciato, e l’ha fatto da solo: con una doppietta in 8 minuti, due gol di testa, gol che hanno fatto sbilanciare il Crotone, davanti al trio di McKennie. Il portoghese non segnava un doppio colpo di testa in campionato dal maggio 2015, con la maglia del Real Madrid, sul campo del Siviglia nella Liga.

cannibale

E con aria cannibalistica, non si accontentava né del corsetto né di “ingoiare” la sua 78esima vittima (conta di più solo Zlatan Ibrahimovic, con 79 rivali accoltellati, dall’inizio del 2000): quando ha mancato il 3-0 è disperato e ha trasformato il match finale in una sorta di affare incompiuto tra lui e Cordaz, colpendo il trio almeno tre volte. Sarà anche per la sua insaziabilità che, in termini di punteggio multiplo, il portoghese è il giocatore che ha segnato di più in questa stagione nella top 5 degli Europei (sette).

Lukaku è passato

Con la doppietta contro il Crotone, Ronaldo ha raggiunto 18 gol in campionato, scavalcando Lukaku in vetta alla classifica marcatori e mettendo a segno le 18 squadre di Serie A attualmente in gara; in particolare, i portoghesi hanno segnato 13 gol nelle ultime nove partite contro neopromosse. Non male per un 36enne che ha giocato 614 degli ultimi 630 minuti e 20 delle ultime 21 partite.

READ  Inter, anche BC Partners pronti a prendere il controllo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *