Russia, il tribunale di Mosca condanna Navalny a due anni e cinque mesi | Oltre mille arresti durante le proteste

L’accusa contro Navalny è per aver violato i termini di libertà vigilata mentre era in cura in Germania dopo essere stato avvelenato con l’agente nervino Novichock, per un presunto caso di corruzione risalente al 2014. A 44 anni già dopo dieci mesi di arresti domiciliari, lo farà devono scontare 2 anni e 8 mesi di prigione.

Il personale di Navalny chiede protesta immediata a Mosca In risposta alla condanna, la squadra di Navalny chiede una “manifestazione immediata a Mosca”. “Vieni subito in piazza del Maneggio! Il nostro Paese è immerso nella totale illegalità, dobbiamo opporci”, si legge in un tweet pubblicato dal Fondo Anticorruzione.

La Gran Bretagna chiede il rilascio immediato Allo stesso tempo, anche il governo britannico di Boris Johnson ha chiesto il “rilascio immediato e incondizionato” di Navalny. In un messaggio firmato dal ministro degli Esteri Dominic Raab, Londra chiede anche il rilascio di “tutti i manifestanti e giornalisti pacifici” arrestati in Russia nelle ultime settimane. “Il verdetto perverso di oggi – scrive Raab – prende di mira la vittima dell’avvelenamento anziché i responsabili e mostra come la Russia stia fallendo nel soddisfare anche gli impegni più elementari richiesti a qualsiasi membro responsabile della comunità internazionale”.

Stati Uniti: ci coordineremo con gli alleati sulla risposta alla Russia Per valutare come ritenere la Russia responsabile di ciò che sta accadendo con l’affare Navalny, gli Stati Uniti si coordineranno con i suoi alleati. Il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha affermato che questo si riferisce anche alle migliaia di arresti degli ultimi giorni.

READ  Alluvioni in Germania e Belgio, almeno 118 vittime e più di mille dispersi: "I torrenti diventano fiumi in piena". Seehofer: "Incolpare la crisi climatica"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *