Rutte si attiene: gli stadi non sono più pieni | Interno

Inoltre non vuole prolungare l’orario di chiusura alle dieci di sera. “Se ci vuole più tempo, hai anche più rischi.” Diverse parti avevano insistito per estendere l’orario di chiusura, ad esempio per i teatri, o aumentare la capacità.

La KNVB ei club della divisione Eredivisie e Keuken Kampioen, tra gli altri, avevano protestato contro i limiti di capienza. L’hanno definita “una proposta senza uscita”. Per rendere proficua una partita con un pubblico, gli stadi dovrebbero essere pieni per due terzi.

Anche l’industria degli eventi è infelice. Organizzazioni come l’Alliance of Event Builders e l’Association of Event Makers e i direttori di ID&T Groep, MOJO, KNVB e UnMute Us, hanno richiesto una lettera al gabinetto per un “piano chiaro”. Gli eventi possono ospitare un massimo di 1250 visitatori, tutti con posti a sedere permanenti. I festival non possono ancora continuare.

“È una scelta ravvicinata”, ha detto Rutte. “Ma al momento è impossibile andare oltre”. Ha sottolineato che il governo si stava già allentando più di quanto l’UNWTO avesse consigliato.

Tra tre settimane, il gabinetto valuterà come funzioneranno gli allentamenti entrati in vigore mercoledì. Rutte ha affermato di non poter escludere la possibilità che le misure possano essere nuovamente inasprite o allentate ulteriormente se i numeri sono favorevoli. Tutto dipende dal rispetto delle misure di base, ha affermato il presidente del Consiglio.

READ  Ritiro di Raonic, Sinner vola in semifinale - Hamelin Prog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *