Sainz e Leclerc avranno pari possibilità alla Ferrari sotto Fred Vasseur

Sainz e Leclerc avranno pari possibilità alla Ferrari sotto Fred Vasseur

La squadra di Ferrari ha sotto forma di Carlo Leclerc e Carlo Sainz a sua disposizione due piloti di grande qualità ed è quindi difficile proporre un numero uno fisso. Nemmeno Fred Vasseur, nuovo capo della scuderia a Maranello, ha intenzione di scegliere un primo uomo a priori.

Dopo un 2022 un po’ deludente, Ferrari e Mattia Binotto hanno deciso di separarsi. Nonostante l’ottima macchina, i risultati sono stati abbastanza deludenti e, a causa dei loro inutili errori, hanno dovuto guardare come il titolo mondiale alla fine è andato abbastanza facilmente a Corsa dei tori rossi andato. La Scuderia ha dovuto quindi cercare un sostituto per l’addio di Binotto e in questa ricerca è finita Alfa RomeoCaposquadra Vasseur. Il francese ha ora iniziato la sua avventura in Italia e parla degli obiettivi e dei piani che ha in mente.

Conversazioni con Sainz

Durante la sua prima importante intervista come capo della Ferrari, si è confrontato, tra le altre cose Tifosi GP compreso il talentuoso duo di piloti che avrà a sua disposizione. Sebbene Leclerc abbia avuto la migliore prestazione l’anno scorso, Vasseur ha rifiutato di presentarlo come numero uno. Anche lui è molto affascinato da Sainz, come spiega attraverso un simpatico aneddoto. “Quando sono venuto a Renault stufo, ho iniziato a parlare con lui e la sua direzione per andare avanti. Ho anche provato di nuovo alla Sauber, senza successo. Poi ho pensato: ‘Va bene. Se voglio ingaggiare Carlos, è meglio che parta per la squadra in cui si trova”, ride Vasseur.

Nessuna data di decisione

E continua: “No, abbiamo sempre avuto un buon rapporto. Mi fido di lui. Negli ultimi anni si è dimostrato un potenziale vincente. È molto importante. Non abbiamo un numero uno e un numero due”. Vasseur. “L’organizzazione è cristallina e devono solo fare il loro lavoro. Se dobbiamo agire su un certo punto, lo farò”. Pertanto, per il momento non favorirà un pilota. “Non è una decisione a giugno o settembre. Prendi la decisione quando uno dei piloti è chiaramente in una posizione migliore dell’altro. Non prima”.

READ  Teixeira: ''Kökcü ha tutte le carte in regola per avere successo in Portogallo''

Posto vacante: Editor F1 online (freelance, part-time o full-time)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *