Seconda udienza sull’assalto al Campidoglio: Trump definisce le indagini una ‘derisione’ | ADESSO

Donald Trump s’en est pris lundi à la commission parlementaire chargée d’enquêter sur la prise d’assaut du Capitole le 6 janvier 2021. Le président de la commission, Bennie Thompson, a récemment qualifié la prise d’assaut de “résultat d ‘una tentativo di colpo di stato di Donald Trump”. Ha detto che la violenza non è stata un incidente, ma “l’ultimo tentativo di Trump di sopravvivere”.

In un documento di 12 pagine, che l’ex presidente degli Stati Uniti ha rilasciato lunedì durante la seconda udienza, Trump si oppone fermamente. Ad esempio, scrive che “i democratici hanno inventato una storia intorno al 6 gennaio che dovrebbe distrarre dalla verità più ampia e importante che le elezioni del 2020 sono state rubate e manipolate”.

Trump crede che il comitato, composto da sette democratici e due repubblicani, stia guardando solo a un lato della storia. Descrive anche l’inchiesta parlamentare come una “beffa giudiziaria”. Dopotutto, Trump afferma che le udienze servono anche a “distrarre il pubblico americano dal dolore che sta provando”.

I dipendenti hanno definito “idiote” le accuse di frode elettorale di Trump

All’udienza di lunedì ha parlato il comitato sulla decisione di Trump “di ignorare la volontà degli elettori”. All’udienza si è discusso anche della vittoria dell’ex presidente, delle sue accuse di brogli elettorali e del mancato rispetto delle decisioni giudiziarie che ne sono seguite. Inoltre, il comitato ha presentato una serie di nuove informazioni, come interviste con ex dipendenti Trump.

Sono stati ascoltati anche diversi testimoni, incluso il personale della campagna di Trump. Tutti hanno detto che stavano cercando di dire la verità a Trump il 6 gennaio: “che probabilmente non avrebbe vinto”, che “non dovrebbe assolutamente dichiarare vittoria” e che le sue accuse di frode elettorale erano “stupide”.

READ  Grande manifestazione in Suriname contro il governo di Santokhi.

Assalto coordinato da Trump

In definitiva, la commissione vuole dimostrare che l’acquisizione del Campidoglio è stata coordinata da Trump e dal suo entourage. Si dice che l’attacco mirasse a contrastare la nomina del Congresso di Joe Biden alla presidenza degli Stati Uniti.

Quattro persone sono state uccise durante l’assalto al Campidoglio lo stesso giorno, una delle quali è stata uccisa a colpi di arma da fuoco dalla polizia. Quattro agenti di polizia coinvolti nella difesa del complesso si sono poi suicidati. Oltre cento persone sono rimaste ferite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.