Sei teste mozzate su un’auto in Messico

Sei teste mozzate sono state trovate sul tetto di un’auto nel sud-ovest del Messico. L’auto è stata parcheggiata su una strada trafficata nella città di Chilapa de Alvarez. Nell’auto sono stati trovati sacchetti di plastica contenenti parti del corpo.

L’identità dei morti è sconosciuta, ma le autorità sospettano che siano state vittime di violenze legate alle bande di droga.

La polizia sospetta questo, tra l’altro, perché un cartello è stato appeso tra due alberi vicino all’auto con un avvertimento. “A Chilapa, la vendita di cristalli (metanfetamine), il rapimento, l’estorsione e il furto sono severamente vietati. Succederà a chiunque disturbi. La pena di morte segue tutti questi crimini”.

La città si trova in uno degli stati più poveri del Messico, Guerrero. Nel 2014 questo stato è stato teatro del famigerato rapimento e presunto massacro di 43 studenti che si preparavano a diventare insegnanti nella città di Iguala.

Negli ultimi anni è aumentato il numero di corpi mutilati lasciati in pubblico. In questo modo, le bande cercano di intimidire la concorrenza. Nel giugno dello scorso anno, il giorno delle elezioni, due teste e altre parti del corpo sono state lasciate nei seggi elettorali nella città di confine settentrionale di Tijuana.

READ  Gerusalemme, violenti scontri sul Monte del Tempio: feriti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.