Serie A in casa aperta, arriva la decisione finale

Spero che il Un campionato Il 2020-2021 vede il ritorno dei tifosi sugli spalti durato poco, per società, istituzioni e tifosi. Da quanto raccolto dal portale “Calcio e Finanza”, infatti, dopo la riunione del comitato tecnico scientifico, si è deciso di non modificare protocollo sanitario.

Niente da fare per l’ultima chiamata del presidente della Federcalcio Gabriele Gravina, che ormai a poche ore dall’inizio del campionato, la cui prima partita sarà Fiorentina-Torino in programma sabato 19 agosto all’età di 18 anni, aveva chiesto un allentamento delle misure, soprattutto in termini di tamponi, una richiesta da leggere anche dal punto di vista economico visto l’alto costo delle misure antisaluteCoronavirus.

Inoltre, Gravina non è stato l’unico ad esporsi sull’argomento, trovando in primo luogo un ampio sostegno del Ministero dello Sport, che avrebbe preparato un reportage sulla scansione delle partite della stagione 2020-21 e sull’eventualità per estendere la frequenza dei buffer per i team. professionale, ma anche da vari presidenti della lega superiore, quella di Cagliari Tommaso Giulini fino al numero uno al Torino Urbano Il Cairo, convinto dalla necessità di aprire, almeno in parte, le curve e le tribune, anche per contenere il pesante impatto economico che le partite a porte chiuse hanno sulla cassa del club .

Il CTS ha detto di no, invece, considerando il rischio di un altro aumento esponenziale dei tassi ancora troppo elevato contagio così si è deciso di permettere ai tifosi di tornare nel caos delle strutture italiane. Fino al 6 ottobre, quindi, le partite del campionato professionistico continueranno a svolgersi a porte chiuse, con ingressi limitati per pochi professionisti. Il prossimo passo sarà basato sulla scelta del governo di attendere i primi riscontri sul riavvio delle scuole.

READ  Il DS annuncia: "Balotelli arriva a gennaio, un sogno che si avvera"

La situazione italiana è quindi l’opposto di quanto sta accadendo in Germania, dove fece scalpore che per assistere alla partita tra Hansa Rostock e Stoccarda, di Coppa di Germania, potessero assistere fino a 7.500 spettatori, senza alcun distacco sociale.

OMNISPORT | 09-15-2020 23:51

Carattere: Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *