Serie A, Salernitana-Roma 0-4: Giallorossi scatenati all’Arechi, primo gol di Abraham | Nuovo

Dopo un primo tempo senza reti nella ripresa: Pellegrini (corsetto), Veretout ed ex Chelsea segnano. Mourinho fa due su due

Il Roma conquista la seconda vittoria in Serie A e resta a punti: ad Arechi gli uomini di Mourinho sono travolti 4-0 il Salerno con quattro gol nel secondo tempo. Dopo un primo tempo con poche emozioni, Pellegrini sblocca la sfida al 48′, poi Veretout raddoppiare quattro minuti dopo. Al 69′, Abramo chiude le partite siglando il suo primo gol con la maglia giallorossa e ancora Pellegrini trova la doppietta al 79′.

IL GIOCO
La Roma di Josè Mourinho continua a crescere, soffrendo nel primo tempo contro una Salernitana organizzata, ma si scatena nella ripresa e vince 4-0. All’Arechi, dopo meno di due minuti, i giallorossi vanno a segno per la prima volta vicino al Belec, destro di Viña deviato in angolo dallo sloveno. Sarà però uno dei pochi tiri in porta del primo tempo per gli ospiti, che attaccano ma si trovano di fronte un’intera squadra, quella granata, dietro la linea del pallone. Abraham (destro e di testa) e Mancini (bravo Belec a mettere in angolo) ci provano più volte, senza davvero intralciare la difesa organizzata di Castori, che si affida ai rilanci e a un Bonazzoli impegnato nella rissa tra le fitte maglie della difesa romana .

Dopo un primo tempo poco commovente, il match si sblocca poi a inizio ripresa: cross di Viña, controllo e sinistro in area di Pellegrini, che da posizione decentrata batte senza fallo un Belec e firma il 1 -0 per gli ospiti al 48.’. La rete cambia la partita e scatena gli uomini di Mourinho, che quattro minuti dopo raddoppiano: prima azione con il lavoro di ritorno al gol di Abraham, il passaggio profondo di Mkhitaryan e l’ingresso vincente di Veretout, che segna il 2-0. All’azione successiva, Bonazzoli conclude con il sinistro in area su assist di Obi e tocca il palo alla sinistra di Rui Patricio. Al 56′ Castori inserisce Simy al posto di Lassana Coulibaly, ma i giallorossi non si fermano e legittimano il doppio vantaggio sfiorando il terzetto nella stessa azione con la testa di Abraham e il tiro di destro di Veretout, con Belec che spinge torna in entrambe le occasioni. La sfida finisce definitivamente al 69′ con il primo gol con la maglia della Roma dell’ex Chelsea, che con un destro favoloso appena dentro l’area batte Belec anche grazie all’aiuto del palo. Dieci minuti dopo arriva il poker con il superbo tiro di Pellegrini, che segna il raddoppio e il 4-0 finale. Mourinho vince sotto il segno del numero quattro (gol all’Arechi e vittorie in altrettante partite ufficiali sulla panchina della Roma) e sfrutta la sosta con tanti punti al fianco di Inter, Milan, Lazio e Napoli. A 0, invece, resta una Salernitana generosa.

READ  Calciomercato Roma, doppietta spagnola

BOLLETTINI
Belèc 5.5 – Evidenti responsabilità in occasione del vantaggio siglato da Pellegrini. Evita i problemi peggiori con il giusto intervento.
Obi 5.5 – Ci aspettavamo di più da uno dei più esperti della rosa, ma l’ex Inter è in grande difficoltà a centrocampo.
Bonazzoli 6 – Uno dei più attivi in ​​Campania. Combatte da solo tra le maglie della difesa giallorossa ed è l’unico a sfiorare il gol con un sinistro a lato.
Vigneto 6.5 – Parte forte, è il primo a farsi vedere dalle giocate del Belec ed è il suo assist in occasione del suo primo gol.
Pellegrini 7.5 – Se sulla prima rete c’è la complicità di Belec, la seconda è di per sé un capolavoro. In mezzo, la solita razza e qualità.
Abramo 7 – Trova la tua prima gioia personale con la maglia della Roma con un favoloso destro in area: il giusto premio per un inizio di stagione più che positivo.

LA TAVOLA
SALERNITANE-ROMA 0-4

Salerno (3-5-1-1): Belé 5.5; Gyomber 5,5, Aya 5, Jaroszynski 5,5 (dal 39′ st Schiavone sv); Kechrida 5,5 (dal 23′ rue Zortea 5,5), M. Coulibaly 6, Di Tacchio 5, Obi 5,5 (dal 23′ rue Capezzi 6), Ruggeri 6; L. Coulibaly 5,5 (da 11′ St Simy 6); Bonazzoli 6 (dal 39′ st Kristoffersen sv). A disposizione: Fiorillo, Russo, Iannone, Kastanos. Mandrie: Castori 5
Roma (4-2-3-1): Rui Patrizio 6; Karsdorp 6, Mancini 6,5, Ibañez 6, Viña 6,5 ​​(38′ st Calafiori sv); Veretout 7 (dal 38′ st Diawara sv), Cristante 6; Perez 6.5 (dal 33′ rue Shomurodov 6), Pellegrini 7.5, Mkhitaryan 6.5 (dal 25′ rue El Shaarawy 6); Abramo 7 (dal 38′ st Mayoral sv). A disposizione: Boer, Fuzato, Reynolds, Kumbulla, Bove, Darboe, Zalewski. All.: Mourinho 7
Arbitro: Abisso
marcatori: 48′ e 79′ Pellegrini, 52′ Veretout, 69′ Abraham
ammoniti: Bonazzoli (D), Perez (D), Aya (D), Mkhitaryan (D)

READ  Coppa Italia, le parole di Stefano Pioli su Inter-Milan

STATISTICHE
– Questa è solo la seconda volta dagli anni ’70 che la Roma ha segnato almeno sette gol nelle prime due partite di Serie A della stagione (la prima nel 2003/04).
La Roma ha vinto le prime due partite di Serie A della stagione per la prima volta dal 2014/15.
-José Mourinho è solo il terzo allenatore della Roma a vincere le prime due partite alla guida della Roma in Serie A nel nuovo millennio.
-José Mourinho ha vinto per la prima volta le prime quattro partite ufficiali della stagione alla guida di una squadra italiana
-Jordan Veretout ha segnato tre gol in questa Serie A, nessun centrocampista ha segnato più gol dei francesi nei cinque maggiori campionati europei.
-Jordan Veretout ha segnato e assistito nella stessa partita per la seconda volta in Serie A, la prima da febbraio 2019 alla SPAL.
-Henrikh Mkhitaryan ha segnato otto gol nelle ultime sei presenze in Serie A con la Roma (cinque gol, tre assist).
-Henrikh Mkhitaryan ha preso parte a 13 reti in 10 partite contro squadre neopromosse di Serie A: per lui cinque reti e otto assist.
-Carles Perez ha assistito due dei quattro gol della Roma segnati da giocatori inglesi in Serie A (ex Smalling v Torino nel luglio 2020).
-Lorenzo Pellegrini ha segnato cinque dei suoi ultimi sei gol in Serie A contro squadre neopromosse.
-La Salernitana ha realizzato solo 27 assist nel primo tempo contro la Roma, record negativo in Serie A da quando Opta ha raccolto questo tipo di dati (2005/06).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *