Sinistera lascia stupito l’allenatore del Feyenoord Slot |  Calcio

Sinistera lascia stupito l’allenatore del Feyenoord Slot | Calcio

La cosa più importante è che De Kuip abbia vinto per un po’. Dopotutto, difendere il terzo posto è fondamentale per il Feyenoord nella competizione. AZ e FC Twente sussultano nel collo dei Rotterdammers. I tukker, che erano vicini al punto, hanno perso due punti quasi certi contro il PSV sabato sera (3-2 è diventato 3-3) al 94′ e così il Feyenoord è stato in grado di recuperare una certa distanza.

Con un locale tutto esaurito e un Luis Sinisterra abbastanza fresco in attacco (di ritorno in ritardo da due nazionali sudamericani), non sembrava il compito più difficile. Ma per quasi settanta minuti è stata pressione per Legion e per Arne Slot sulla panchina del Feyenoord. Tante occasioni e tanti errori, oltre a un brillante portiere del Willem II, Timon Wellenreuther, ha reso quasi tutti piuttosto disperati nel secondo tempo.

Iscriviti al Aggiornamento Calcio e rimani aggiornato con le ultime notizie di calcio.

Ma è proprio Sinisterra, che, secondo Slot, tornato molto deluso dalla trasferta con la squadra colombiana, ha dimostrato che a 22 anni è già diventato un vero professionista e ha anche la classe per essere di nuovo decisivo per il Feyenoord. e persino. Nonostante lo shock mentale per aver saltato il Mondiale con la sua nazionale, l’esterno ha subito fatto una nuova impressione su De Kuip. Da solo, ha forzato l’importantissimo 1-0 contro la squadra dell’ex direttore tecnico del Feyenoord Martin van Geel al 68′.

Quest’ultimo è l’uomo che ha registrato Sinisterra per il Feyenoord e i Rotterdammers si divertono ancora oggi. Se Sinisterra porta anche un importo record in commissioni di trasferimento, meglio regalare fiori al “td”, che è ancora una volta il direttore generale del Willem II.

L’inizio della partita ha portato a uno spettacolare calcio offensivo, con il Feyenoord che ha già messo Cyriel Dessers davanti al portiere del Willem II Timon Wellenreuther dopo otto (!) secondi. L’attaccante belga ha cercato di superare in astuzia il portiere con un pallonetto, ma ha puntato un po’ troppo in alto.

Poi sono arrivate le occasioni per Guus Til, che ha inviato un cross di Marcus Pedersen all’incrocio dei pali, Reiss Nelson che è scappato in area dopo un bel passaggio e Luis Sinisterra ha colpito ancora dal limite dell’area. Ogni volta, Wellenreuther ha salvato, a volte con la punta delle dita.

La forza del Feyenoord non è ovviamente nuova. Il modo in cui Arne Slot ha radicato la pressione sull’avversario è noto a tutti gli avversari, ma la maggior parte degli avversari ha poco da offrire e può essere spinta in profondità nella propria area di rigore.

Ciò che è frustrante nel Feyenoord dopo la pausa invernale è che la forza maggiore troppo spesso non è espressa in numeri. I Rotterdammers hanno bisogno di molte, se non molte, molte occasioni per segnare. Costa punti e costa anche il secondo posto.

Nel primo tempo, Slot ha visto la sua squadra segnare non meno di 18 gol contro il Willem II e tenere il 75% della palla. Eppure, il tabellone segnava solo i freddi numeri dello 0-0 dopo i primi 45 minuti.

Il nuovo allenatore del Willem II, l’ex giocatore del Feyenoord Kevin Hofland, ha potuto offrire al suo portiere Wellenreuther una lussuosa poltrona e un sigaro durante la pausa perché è solo grazie all’uomo che ha già iniziato la sua carriera allo Schalke 04 e anche a Maiorca e Anderlecht sotto il bar, la sua squadra era ancora viva a metà.

READ  Madrid Open 2021, risultati di oggi: Sinner eliminato al secondo turno, Nadal in vantaggio

I fornitori di dati sportivi hanno già capito che il Feyenoord non ha preso così tanti rigori in una metà in otto anni. Buoni numeri, ma questo probabilmente fa solo disperare Slot in momenti come questo. Dopotutto, la domanda è cos’altro devi fare come allenatore affinché la tua squadra abbia successo.

Alcuni dettagli degni di nota dalla squadra di Rotterdam: Reiss Nelson crea più pericoli con velocità e azione, ma continua a mettere a segno una rimonta mediocre e Marcus Pedersen rimane un’ottima alternativa in assenza di Lutsharel Geertruida (infortunio). Con quest’ultimo diciamo sempre che ha più da offrire in attacco e che Geertruida si alza in modo più difensivo. Ma questo attacco doveva portare a qualcosa ed era fuori questione contro Willem II a causa del suo modo selvaggio di sparare.

Nel secondo tempo, ha continuato a colpire e schiantarsi contro la porta del Brabante. A quasi tutti i giocatori del Feyenoord è stato permesso di attraccare una volta per un tiro al portiere tedesco, che alla fine è stato stordito da Sinisterra. Nell’ultimo secondo è stato Bryan Linssen a segnare il 2-0.

guarda qui programma e posizione in Eredivisie

Slot deluso dal finale sciatto

Slot ha pensato che il Feyenoord fosse particolarmente negligente al traguardo. “Nel primo tempo abbiamo tirato in porta così tante volte ea volte eravamo un po’ fuori controllo”, ha detto Slot alla telecamera. ESPN† „Puoi sparare meglio, ora era spesso molto selvaggio. Si tratta di trovare un momento di calma e tenerlo. Ma è anche una qualità del giocatore. »

“Ci è voluto troppo tempo prima che facessimo la differenza nel gioco. Ma è una storia ripetitiva e che l’ha tenuta eccitante fino all’ultimo secondo. Considerando che, per dirla in modo esagerato, sono stati sulla nostra metà per meno di un minuto.

READ  "Il PSV è costretto a fare affidamento sulle giovanili contro il NEC: fine stagione di Ramalho"

Nel complesso, Slot è rimasta soddisfatta. “E’ stato bello vedere quanto disciplinati abbiamo giocato e difeso. Ad un certo punto non abbiamo regalato nulla e sono contento che la palla non sia entrata. Inoltre, abbiamo creato abbastanza. Alla fine è una grande vittoria .”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *