Sirene, rifugi antiaerei e soldati: al via il campionato di calcio ucraino |  ADESSO

Sirene, rifugi antiaerei e soldati: al via il campionato di calcio ucraino | ADESSO

Sei mesi dopo l’invasione russa dell’Ucraina, la competizione calcistica nazionale “appena” è iniziata martedì con una partita tra Shakhtar Donetsk e Metalist 1925 Kharkiv (0-0). Il calcio in tempo di guerra è caratterizzato da sirene, rifugi antiaerei e molti giocatori stranieri in partenza.

Il presidente Volodymyr Zelensky, insieme all’esercito ucraino, ha finalmente deciso di iniziare la stagione calcistica. Zelensky spera che il calcio aumenterà il morale nazionale. “Molte persone in prima linea ci hanno chiesto di pensare alla ripresa del calcio nel nostro Paese”, ha detto Andriy Pavelko, presidente della Federcalcio ucraina. Reuters.

Zelensky è stato in tournée in Ucraina a marzo e aprile. Voleva assicurarsi che i presidenti dei club si stessero preparando per una nuova stagione.

Molti stadi e strutture di allenamento sono stati danneggiati dai missili russi. Le due sfavorite Desna Chernihiv e FC Mariupol non parteciperanno alla stagione dopo la devastazione. L’FC Mariupol ha deciso di sciogliersi dopo che le forze russe hanno distrutto gran parte della città, secondo i media ucraini.

Lo stadio dell’FC Desna Chernihiv è stato distrutto a marzo.


Lo stadio dell'FC Desna Chernihiv è stato distrutto a marzo.

Lo stadio dell’FC Desna Chernihiv è stato distrutto a marzo.

Foto: ANP/EPA

Tutte le partite di campionato si giocano nella zona occidentale “sicura” del paese. Prima dell’inizio della competizione, c’era ancora un piano sul tavolo per spostare temporaneamente la competizione nella vicina Polonia. Ma a causa del veto di diversi club ucraini, si è deciso di giocare nel proprio paese. Le posizioni di gioco fisse sono Kiev, Lviv e Uzhgorod.

Ogni stadio è dotato di una sirena antiaerea. Lunedì, una partita di campionato giovanile è stata interrotta da una sirena del genere. Il gioco è stato interrotto in conformità con il protocollo e ripreso 25 minuti dopo.

Per gli utenti dell’app: tocca il tweet per vedere il filmato della partita interrotta.

Tutti gli stadi devono avere rifugi antiaerei. Ogni volta che suona una sirena, che si sente ancora quotidianamente nella maggior parte delle regioni, la partita viene interrotta. Giocatori, staff e giornalisti possono aspettare nei rifugi antiaerei finché tutto non sarà al sicuro.

READ  L'atleta iraniano è scomparso dopo aver gareggiato in una competizione di arrampicata senza velo | sport

I soldati sono presenti nello stadio ad ogni partita. In caso di raid aereo, i soldati consultano l’arbitro per sapere se una partita verrà posticipata. Interrompere un duello può impedire ai giocatori nei rifugi antiaerei di mantenere i muscoli caldi.

I migliori club ucraini stanno affrontando un esodo. Lo Shakhtar Donetsk è una superpotenza nel calcio ucraino, ma resta da vedere se il club potrà svolgere un ruolo significativo a livello internazionale in questa stagione.

La FIFA ha deciso a giugno che tutti i giocatori stranieri attivi in ​​un club ucraino potevano lasciare il paese a parametro zero. Allo Shakthar sono tornati solo tre dei quattordici giocatori stranieri: l’ex giocatore dell’Ajax Lassina Traore dal Burkina Faso, il brasiliano Lucas Taylor e il croato Neven Djurasek.

I giornalisti si rifugiano dopo che le sirene del raid aereo sono scattate durante una sessione di allenamento per la Premier League ucraina allo stadio NSC Olimpiyskiy.


I giornalisti si rifugiano dopo che le sirene del raid aereo sono scattate durante una sessione di allenamento per la Premier League ucraina allo stadio NSC Olimpiyskiy.

I giornalisti si rifugiano dopo che le sirene del raid aereo sono scattate durante una sessione di allenamento per la Premier League ucraina allo stadio NSC Olimpiyskiy.

Foto: ANP/EPA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *