Terminato l’assedio di Azovstal, i russi prendono il controllo di un’acciaieria | ADESSO

Una volta al giorno, NU.nl offre una panoramica della situazione in Ucraina. Questa volta: l’ultimo gruppo di soldati ucraini delle acciaierie Azovstal si sarebbe arreso. Con questo, le truppe russe presero completamente la fabbrica di Mariupol. Lo riporta l’agenzia di stampa statale russa RIA sulla base del Ministero della Difesa russo.

L’acciaieria era l’ultima roccaforte della città portuale ucraina che non era in mano russa. Per settimane la fabbrica fu assediata dai russi. Centinaia di civili e militari sono rimasti intrappolati, completamente isolati e senza cibo né assistenza medica. Il 7 maggio è stato annunciato che tutte le donne, i bambini e gli anziani erano stati evacuati dalla fabbrica.

Lunedì è iniziata l’evacuazione dei soldati ucraini trincerati nella fabbrica. Il capo dell’esercito ucraino ha affermato che “la guarnigione di Mariupol ha completato la sua missione di combattimento”. Ai comandanti delle unità di stanza ad Azovstal era stato ordinato di “salvare la vita del personale”.

Il governo di Volodymyr Zelensky vuole scambiare i soldati fatti prigionieri di guerra dalla Russia con prigionieri di guerra russi, ma molti politici russi sostengono un processo da parte di Mosca.

L’ultimo gruppo sarebbe composto da 531 persone.

Morti di civili nel bacino del Donets

E poi il bacino del Donet. Lì, anche le case nelle zone residenziali sono state distrutte negli attacchi che hanno avuto luogo venerdì. I civili sono stati uccisi, ha detto il governo ucraino.

Secondo il presidente Volodymyr Zelensky, l’offensiva russa ha ora trasformato la regione in un “inferno”.

“L’esercito russo ha iniziato una distruzione molto intensiva della città di Severodonetsk, l’intensità dei bombardamenti è raddoppiata. Stanno bombardando aree residenziali e distruggendo casa per casa”, ha detto il governatore di Luhansk Serhiy Gaidai tramite il suo canale Telegram.

READ  Stati Uniti, agente di polizia di Chicago uccide un ispanico di 13 anni in "Gun Showdown"

“Non sappiamo quante persone siano morte perché è semplicemente impossibile controllare ogni appartamento”. Secondo l’esercito ucraino, i russi stanno bombardando le infrastrutture civili in tutto il bacino del Donets.

Per quanto si sa, almeno 13 civili sono stati uccisi venerdì nella provincia di Luhansk, di cui 12 a Severodonetsk. È una delle ultime città della provincia ad essere controllata dall’Ucraina e attualmente circondata dai russi. Reuters non ha potuto verificare in modo indipendente il numero di vittime e la Russia nega di prendere di mira sistematicamente i civili.

Gli analisti affermano che mentre le forze russe hanno ottenuto guadagni territoriali a Luhansk, hanno fatto meno progressi a Donetsk, la provincia a sud di Luhansk che fa anche parte della regione del bacino di Donetsk.

Sabato la Russia chiuderà il rubinetto del gas alla Finlandia

Venerdì è stato anche annunciato che la compagnia russa del gas Gazprom chiuderà il rubinetto del gas per la Finlandia sabato mattina. Perché questo accade è sconosciuto. L’approvvigionamento di gas delle famiglie finlandesi non è minacciato, secondo la società nazionale finlandese del gas Gasum.

La società afferma che rifornirà i residenti del paese attraverso il cosiddetto gasdotto Balticconnector, che collega l’Estonia alla Finlandia. “Ci stiamo preparando da tempo a questo scenario e saremo in grado di rifornire i nostri clienti – se non ci saranno ulteriori interruzioni – come di consueto nei prossimi mesi”, ha affermato l’amministratore delegato di Gasum, Mika Wiljanen.

Non sappiamo perché il rubinetto sta chiudendo. Gasum in precedenza non era d’accordo con Gazprom su come pagare la bolletta del gas. La società pubblica russa vuole vedere i rubli per questo, cosa che Gasum rifiuta.

READ  "Ci mancherà" - Libero Quotidiano

La società finlandese sostiene che la fornitura di gas può essere pagata in euro secondo il contratto. Detto questo, Gasum decise di andare a il giudice fare un passo avanti. In precedenza, la fornitura di gas russo alla Polonia e alla Bulgaria era stata interrotta perché questi paesi si erano rifiutati di pagare in rubli.

Sullo sfondo, il riavvicinamento della Finlandia alla NATO potrebbe svolgere un ruolo. Il paese ha presentato domanda di adesione all’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico all’inizio di questa settimana dopo decenni di neutralità. I russi sono fortemente contrari ad esso come paese vicino.

Filmati di notizie che le truppe russe sono state coinvolte nelle esecuzioni di Bucha.

Segnalato anche Il New York Times Venerdì quei paracadutisti russi sono stati coinvolti in esecuzioni a Bucha, in Ucraina. I russi hanno tenuto la periferia di Kiev per oltre un mese. Centinaia di corpi di civili sono stati trovati dopo la ritirata di aprile.

In uno dei video, da una telecamera di sicurezza, si vedono due paracadutisti che guidano nove ucraini a tutta velocità lungo la strada. I prigionieri camminano accovacciati, una mano dietro la testa e l’altra tenendo la cintura del predecessore.

il secondo video è stato ricavato da una casa vicina. Mostra come gli uomini vengono condotti in un cortile. Il video finisce, ma testimoni oculari hanno detto ai giornalisti che i militari hanno portato i detenuti nel vicino quartier generale russo. Sono stati fucilati lì.

Le immagini sono del 4 marzo. I paracadutisti hanno catturato Bucha il giorno prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.