The Last Of Us: Part 1 è una presa di denaro |  colonna

The Last Of Us: Part 1 è una presa di denaro | colonna

Eighty Euro Graphic Mod

Scritto da Jari Klapwijk su

The Last Of Us è uno dei migliori giochi mai realizzati per me. Il viaggio di Joel ed Ellie mi sarà sempre caro e per prima cosa ho applaudito un remake. Fino a quando non ho scoperto esattamente cosa è cambiato nel gioco.

Il remake è stato accolto con grande clamore annuncio quando il Summer Game Fest è iniziato all’inizio di quest’estate. È stato il successo dello spettacolo. Purtroppo l’annuncio, comprensivo di trailer, immagini e prezzo, era già uscito un’ora prima della presentazione. Quindi non ci sono state più sorprese. Tuttavia, ero piuttosto eccitato, perché questa sarebbe stata l’occasione per Naughty Dog di rendere il mio gioco preferito ancora migliore. Laddove la storia non ha bisogno di modifiche, guadagniamo davvero in termini di gameplay.

Presto fuggì gioco e sfortunatamente a prima vista il gioco sembra essere esattamente lo stesso in termini di meccaniche di gioco dell’originale del 2013. Secondo Naughty Dog, il filmato trapelato era di una versione precedente del gioco. Volevo crederci anch’io, ma è così sembrava già così raffinato che non mi aspettavo molti cambiamenti. Purtroppo avevo ragione, perché anche dal L’ampio video di immersione profonda di Naughty Dog di per sé, il gameplay sembrava quasi identico.

È un’opportunità persa, poiché ci sono alcune cose a cui pensare che renderebbero davvero The Last Of Us un’esperienza migliore e darebbero a un remake più diritto di esistere. Ad esempio, trascinare all’infinito scale, tavole, zattere e container diventa rapidamente noioso. Alcuni di questi segmenti potrebbero essere facilmente sostituiti con enigmi ambientali più complessi.

READ  Bing Chat introduce una funzionalità per condividere collegamenti alle risposte di chatbot - Professionista IT - Novità

Le battaglie con nemici infetti sono già piuttosto interessanti, ma c’è ancora qualcosa che può essere aggiunto. Ad esempio, ora devi avvicinarti a un Clicker in modo diverso rispetto a un Runner. I clicker non vedono nulla e sentono molto, mentre i corridori vedono tutto ma sentono meno. Offre già una certa profondità, ma non va molto lontano. Un certo numero di nuovi nemici che devono essere affrontati in modo diverso non sarebbero un lusso e migliorerebbero notevolmente l’esperienza.

E dove sono le lezioni da imparare da The Last Of Us: Part 2? Mi aspettavo segretamente che alcune meccaniche di gioco sarebbero state trasferite al remake del primo gioco, ma non è stato così. Il design dei livelli più ampio con più libertà è stata un’aggiunta gradita nel sequel e non sarebbe sembrato fuori posto nella Parte 1. I cani randagi significavano anche che i giocatori dovevano usare nuove tattiche. Sfortunatamente, questo remake sembra rimanere troppo fedele all’originale e i livelli apparentemente sono costruiti esattamente allo stesso modo.

L'ultimo di noi

Graficamente, il remake sembra logicamente molto migliore e il controller DualSense aggiunge anche alcuni trucchi, in modo che l’esperienza guadagni sicuramente in immersione. A mio avviso, però, questo non basta a giustificare il prezzo di ottanta euro. L’esperienza non è progredita nell’area più importante, il gameplay. La scusa per questo è che i livelli devono essere completamente ricostruiti per apportare questo tipo di modifiche. Buona scusa, ma perché rifare un gioco se non hai intenzione di cambiare radicalmente l’esperienza? In linea di principio, questo remake è una costosa mod grafica che non ha altro diritto di esistere.

READ  Carlos Alcaraz sopravvive a un'altra battaglia e fa la storia vincendo i quarti di finale agli US Open

Soprattutto considerando che The Last Of Us Remastered può essere avuto per una decina di anni. Quindi devi essere pazzo per dare il colpo finale a questo “remaster of a remaster”. Su PlayStation 5 e PlayStation 4 Pro, il remaster gira con un’eccellente risoluzione di 1800p a sessanta fotogrammi al secondo. Puoi vedere chiaramente che questo non è un gioco di generazione attuale, ma ciò non toglie l’esperienza. I filmati sono sempre fantastici, gli ambienti sono suggestivi, i riflessi sono bellissimi. Prima di scrivere questa recensione, ho rigiocato le prime ore e non ho trovato alcun motivo per scegliere un remake rispetto a questo gioco. L’essenza di The Last Of Us è la storia e questa è raccontata perfettamente nel remaster.

L'ultimo di noi: parte 1

L’IA potrebbe non essere super intelligente, ma ciò non influisce molto sull’esperienza complessiva. In ogni caso, non abbastanza per pagare ottanta euro per una versione più recente. Ellie a volte corre freneticamente contro il muro e, con una certa regolarità, quasi attraversa i nemici durante i segmenti stealth. Sembra un po’ irrealistico, ma alla fine ha poca influenza sul gameplay. Dopotutto, devi solo assicurarti di stare lontano dalla vista dei nemici. Sarebbe davvero un problema solo se si potessero avvistare anche Ellie o uno degli altri compagni, ma non è così.

Pertanto, gli unici passi significativi vengono compiuti nell’area della grafica e delle opzioni di accessibilità. Saluto quest’ultimo, perché più ostacoli vengono rimossi, meglio è. Non serve dirlo. Solo che avrebbe potuto anche essere un aggiornamento gratuito per il remaster. Si potrebbe dire che Naughty Dog sta mentendo proprio su questo punto: era stata promessa una nuova esperienza, ma non la capiamo. In ogni caso, mi viene la pelle d’oca quando i preordini si aprono senza che un gioco venga effettivamente rilasciato e mi stupisce ancora di più che molte persone trasferiscano alla cieca ottanta euro a Sony.

READ  AMD rilascia i processori per server EPYC 9004 con 96 core Zen 4, PCIe 5.0 e DDR5 - Informatica - Notizie

L'ultimo di noi

Il grande vantaggio di questo remake è che un gruppo target completamente nuovo può conoscere questa fantastica storia. Il gioco arriverà anche su PC. Non c’è ancora una data di uscita, ma Naughty Dog Disse che la versione PC verrà rilasciata poco dopo la versione PlayStation 5. Anche in questo caso, il remaster sarebbe stato sufficiente.

È possibile che un giorno questo remake sarà sulla mia PlayStation, ma solo dopo un forte sconto o quando apparirà su PlayStation Plus Extra e Premium. Inoltre, non sono arrabbiato con Sony o con le persone che si entusiasmano per i miglioramenti grafici. Sto solo prendendo una decisione per me stesso e trovo il remake incredibilmente sottile e non ne vale la pena. Un prezzo di quaranta euro sarebbe stato molto più gestibile.

Invito chiunque voglia provare The Last Of Us a giocare al remaster. È molto economico e funziona ancora perfettamente. Le montagne russe emotive sono ancora impressionanti come lo erano nel 2013 e alcuni nuovi campanelli e fischietti grafici non sono davvero necessari. In questo modo stiamo dando a Sony un segnale che meglio investire i soldi in un remake di Jak and Daxter, Siphon Filter o Sly Cooper: giochi che ora sono molto più obsoleti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *