Trump non c’è, tramite le chiamate

“I nostri avvocati hanno chiesto un ‘accesso significativo’, ma a cosa serve? Per quanto riguarda l’integrità del nostro sistema e le elezioni presidenziali stesse, il danno ora è fatto. Di questo dobbiamo parlare. ! “. Si è espresso così Donald Trump in un tweet pubblicato nelle ultime ore intanto Joe Biden sembra essere a un passo dalla Casa Bianca.

Vai alle elezioni speciali statunitensi del 2020


Secondo le proiezioni della CNN, ha 253 voti elettorali, mentre Trump ne ha 213, lontano dalla “soglia magica” di 270. E la battaglia legale è iniziata. La campagna Trump ha presentato tre appelli per fermare il conteggio elettorale in Michigan, Pennsylvania e Georgia.

“Conta i voti!”. Conta i voti. Contea di Maricopa, Arizona. Qui decine di manifestanti, molti armati di bandiere pro-Trump, si sono radunati nelle ultime ore davanti al centro elettorale dove è in corso il conteggio, chiedendo di “entrare”. “Amiamo Trump”, cantavano i sostenitori del magnate mentre 24 ore dopo la chiusura degli ultimi seggi, Joe Biden sembra essere sull’orlo della vittoria. In precedenza, c’era stata un’altra protesta per le voci – categoricamente smentite a livello ufficiale – secondo cui venivano usati marcatori inappropriati nelle schede compilate dagli elettori repubblicani.

Non sono qui per dire che abbiamo vinto, ma sono qui per dire che quando il conteggio sarà finito saremo i vincitori“ha detto ieri Biden che parla agli americani a Wilmington, Delaware, ricordando che “la democrazia è un pilastro fondante della nostra nazione”. “Il potere è nelle mani della gente, sono le persone che devono decidere e sono loro che determinano chi sarà il presidente”, ha aggiunto Biden in una conferenza stampa.

READ  Cile, Rueda raggiunge l'Inter. "Su Sanchez mi sbagliavo" | notizia

“Nessuno di noi è ingenuo. Sappiamo di avere opinioni divergenti su questioni diverse, ma dobbiamo andare avanti, dobbiamo smettere di trattare i nostri rivali come nemici. Ciò che ci unisce è più forte questo è ciò che ci divide ”, ha detto il candidato democratico che, secondo le proiezioni della CNN, ha vinto in Michigan con il 49,8% contro il 48,7% di Donald Trump. Con i 16 voti elettorali statali vinti da Trump nel 2016, l’ex vicepresidente si sta allontanando dal numero magico di 270 voti elettorali.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *