Trump usa ‘Gloria’ e Umberto Tozzi si arrabbia

STRANIERO

Trump usa 'Gloria' e Umberto Tozzi si arrabbia

Donald Trump usa “Gloria” e Umberto Tozzi si arrabbia. Mercoledì 6 gennaio, durante il comizio che ha preceduto l’assalto al Congresso, i relatori hanno diffuso le note della canzone registrata dall’artista italiano nel 1979. A Washington, prima che Trump intervenisse dal palco, la copertina cantata da Laura Branigan. La canzone, registrata nel 1982, è salita al numero 2 della Hot Billboard 100 ed è rimasta in classifica per 36 settimane – un record per un cantante solista.

A Tozzi, tuttavia, non piace che la canzone sia abbinata a una giornata di violenza e caos. “Mi hanno mostrato un video in cui una delle mie canzoni più famose e care veniva usata in atti di violenza senza precedenti da parte di Donald Trump e del suo team – ha detto in un video su Twitter -. Sono un artista e una persona che, in pubblico e in privato, ha sempre preferito l’amore alla violenza. Nelle mie canzoni e anche in Gloria canto della bellezza della vita, quindi mi dissocio e come autore sono pronto a difendere le origini ei principi di questa canzone “.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.

READ  Un regalo di Natale al giorno: -10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *