Valentino Rossi si ritira? In Germania lo dicono, in Italia non ci credono

Valentino rossPotrei concludere la carriera alla fine della stagione in corso.

A divulgare la clamorosa notizia – tutto da controllare tra l’altro – il portale tedesco ‘Speedweek’ secondo cui il prossimo anno sulle Yamaha Petronas aumenterebbe Andrea Dovizioso, che metterà fine al suo rapporto con la Ducati.

In serata è arrivato un messaggio di Guido Meda, commentatore di Sky Sport MotoGp: “Fake” ha scritto, senza fare un riferimento diretto alla vicenda. Tuttavia, non è stato difficile per molti capire a cosa si riferisse e così sono arrivati ​​i ringraziamenti di migliaia di fan di # 46, che potranno dormire sonni tranquilli.

Rossi è appena tornato da un inizio di stagione positivo. Un podio, il terzo posto raccolto nel Gp d’Andalusia, seconda gara del Mondo 2020, due quinti e un nono posto, oltre all’abbandono nella gara inaugurale in Spagna, rappresentano la sintesi delle prestazioni stagionali del pilota di Tavullia, già più di 20 punti nella classifica del leader della classifica, quel Fabio Quartararo che ha già rimosso la sua Yamaha ufficiale, ma abbastanza vicino Maverick Vinales, ha avuto tre tentativi da dimenticare dopo essere arrivato secondo nei primi due GP della stagione.

“Quella vissuta da Vinales, il fatto di restare senza freni, è una delle più grandi paure dei piloti – ha dichiarato il pilota marchigiano a fine gara – In fondo il problema è sempre lo stesso, da due anni la differenza sulla retta è probabilmente raddoppiata “.

Valentino Rossi, però, è stato anche un protagonista del tutto inaspettato dello spettacolare contatto tra di loro Johann zarco e Franco Morbidelli durante il GP d’Austria.

READ  Spezia, italiano: "Siamo dietro al mercato. Dobbiamo andare molto veloci"

E qui il Dottore ha ammesso di essere spaventato: “Sono un po ‘scosso. Penso che sia stato il rischio più grande della mia carriera. La bici di Morbidelli mi ha fatto star male. Ripartire è stato difficile, ero con Maverick e stavamo rallentando per il tornante. Ho visto l’ombra arrivare, ho pensato che fosse l’elicottero che ci sorvolava. Avevo paura che il santo dei motociclisti oggi abbia fatto un ottimo lavoro perché era molto pericoloso. È normale essere aggressivi, ma bisogna avere rispetto e Zarco non è nuovo in questo campo ”.

OMNISPORT | 08-09-2020 22:29

Fonte: Getty

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *