Van der Gijp spiega da dove viene l’affermazione di “antipatia per i giocatori dell’Ajax”.

Van der Gijp spiega da dove viene l’affermazione di “antipatia per i giocatori dell’Ajax”.


Martedì 22 marzo 2022 alle 22:42
Rian Rosendal• Ultimo aggiornamento: 00:25

René van der Gijp tornerà martedì sera su una dichiarazione di Rafael van der Vaart sulla Classic. Secondo quest’ultimo, l’analista non si è concentrato sui giocatori dell’Ajax, cosa che secondo Van der Gijp è giusta. Il giorno dopo The Classic tra Ajax e Feyenoord (3-2), ha criticato in particolare la svolta di Antony nella fase finale, terminata con un cartellino rosso per l’attaccante. Gli scout di Liverpool e Manchester City non sono serviti da tali scherzi, è stato il verdetto. Inoltre, Van der Gijp fa riferimento alle sue esperienze con i giocatori dell’Ajax come giocatore.

“Lui (Van der Vaart, ndr) ha detto domenica sera che odiavo i giocatori dell’Ajax e questo è ovviamente vero”, ammette Van der Gijp in Oggi dentro† “Ma certo un motivo c’è. Guarda, devi ricordare che quando giocavo nella nazionale olandese c’erano sedici giocatori dell’Ajax e io e Ruud (Gullit, ndr) Quindi l’Ajax ha deciso cosa è successo lì: come hanno allenati, i calci d’angolo, tutte le rifiniture E una cosa che hanno molto male è che pensano di aver inventato il calcio ovviamente. Abbiamo dovuto ascoltare tutto il giorno come farlo. Gioca la palla sulla tua gamba buona e ‘Facciamo anche noi tanto gioco di posizione, cosa ci fai al PSV?'” Van der Gijp ha risposto con una battuta: ”’Mangiamo un buttafuori e poi giochiamo a biliardo”. Mi sto solo divertendo, sai, e bevendo qualcosa insieme la sera”.

Van der Gijp vede le possibilità di mega trasferimento all’Ajax drasticamente ridotte a causa del classico

L’analista ha espresso preoccupazioni lunedì su una potenziale mossa di alto profilo per Antony.Leggi l’articolo

READ  non respirare bene! Osimhen… ”- SOS Fanta

Van der Gijp fornisce poi un altro esempio della distanza tra i giocatori dell’Ajax e del PSV durante gli allenamenti, con Ruud Gullit che ignora le istruzioni dell’Ajax di presentarsi sul primo palo. “Era molto fuori controllo. Tanto che Rinus Michels (allora Ct dell’Orange, ndr) disse: ‘Faremo le cose in modo diverso’. Ruud nella stanza di Marco van Basten e io nella stanza di Marco van Basten. John van Basten’ t Schip Non lo dimenticherò mai, ho dormito con Van ‘t Schip non avevo assolutamente niente a che fare con quel ragazzo, niente di niente Poi la sera guardavamo la tv dal nostro letto e lui c’erano silenzi terribili. era stato in silenzio per così tanto tempo che pensi: devo dire qualcosa adesso† Quindi sì, e non lo è e ho passato una notte di merda”.

“Così sono andato a vedere questo Ruud il giorno successivo. Ho detto: ‘Ruud, guarisci, non lasceremo che quei Michels ci dicano dove sdraiarti.’ Quindi siamo andati a sdraiarci insieme”, ha detto Van der. Gijp . “Ma più tardi Gerald Vanenburg e Ronald Koeman sono arrivati ​​al PSV ed è diventato un po’ più Orange”. L’analista ha poi un altro aneddoto. “Una volta ho visitato Johan Cruijff, con Marco van Basten e Piet Keizer. E siamo seduti lì e sono circa le nove e vino, vino, vino. Un ragazzo incredibilmente simpatico quel Cruijff e un ragazzo molto modesto. Quindi stai cercando al miglior giocatore di calcio del mondo, quindi in questo caso era un allenatore del Barcellona. Ma iniziano anche con il gioco di posizione e cose del genere”.

“Ma ora sta arrivando: sono andati sempre più lontano. Sai di cosa parlavano a mezzogiorno di sera? Lo sai Johan (Derksen, ndr). Che debbano giocare o meno con un portiere”, Van der Gijp riflette sulla sua visita a Cruijff molto tempo fa. “Quindi sto ascoltando una conversazione sul perché dovresti effettivamente giocare senza un portiere. Se ti assicuri di non tirare mai in porta, allora non hai bisogno di un portiere. Poi ho pensato: Ora devi fotterlo† Questo è quello che ho pensato tra me e me. Dissi a Van Basten e Koeman: “Prenderò un taxi se non le dispiace”. Poi sono andato al bar dove andavo”, ricorda Van der Gijp. “Ma odiavamo davvero quei ragazzi (i giocatori dell’Ajax, ndr).”

READ  Szafnauer per non parlare di Piastri: 'Si tratta di integrità come essere umano'


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *