Wolff pensa ancora ogni giorno ad Abu Dhabi: ‘Ma Verstappen è il meritato campione’

Toto Wolff pensa ancora ogni giorno al Gran Premio di Abu Dhabi dello scorso anno, dice in un’intervista a Motorsport.com. Il capo del team Mercedes ha visto come Lewis Hamilton abbia ingiustamente perso il titolo contro Max Verstappen, che secondo Wolff è un meritato campione del mondo.

“Ci penso ancora ogni giorno”, ha detto l’austriaco della finale della scorsa stagione. In esso, l’ex direttore di gara Michael Masi ha ritirato le vetture di rodaggio tra Hamilton e Verstappen solo per l’ultimo giro. Questo ha messo i due rivali per il titolo, con Verstappen con gomme migliori, direttamente l’uno contro l’altro. Poiché i due erano in parità, chi è finito davanti all’altro ha vinto il titolo.

Verstappen non ha avuto figli ad Hamilton con gomme migliori ed è decollato con la vittoria e il suo primo campionato del mondo. E questo mentre la sua rivale Mercedes è stata in testa per tutta la gara. Wolff ha ancora difficoltà, ma si è rassegnato al fatto che Verstappen ha vinto. “Sono in pace con questo perché Max è diventato un campione”, ha detto il 52enne.

Wolff crede che il finale di stagione sia stato deciso ingiustamente. Spiega come si sentiva in quel momento. “Com’è andata… Penso di avere dei valori intorno all’equità e soprattutto all’equità sportiva. Questo è ciò che dà il mio fondamentale amore per lo sport. E poi è stato espulso quel giorno”, ha detto il team principal della Mercedes.

Wolff vede la nuova direzione di corsa fare delle mosse

Masi alla fine ha perso il posto di direttore di gara a causa della controversia ad Abu Dhabi. Ora è stata creata una nuova struttura attorno alla direzione di gara, ma ci sono ancora disaccordi, soprattutto sulla coerenza. C’è anche un nuovo presidente della FIA nella persona di Mohammed Ben Sulayem. Wolff pensa che le difficoltà fossero difficili da evitare a causa dei cambiamenti.

READ  De Ligt ha scelto il Bayern Monaco su consiglio di Van Gaal | ADESSO

“Penso che Ben Sulayem guidi il modo in cui recluta e recluta. Ogni personalità ha i suoi lati. L’obiettivo principale di essere trasparenti, garantire una buona governance e un buon quadro, è quello che vedo accadere ora. Ci saranno ostacoli sulla strada mentre l’organizzazione di Maometto deve essere messa in atto e ognuno deve trovare il proprio ruolo? Sì, naturalmente. Ma sono contento di come sta andando. Sono di mentalità aperta. Non sono testardi. Per me trasparente, onesto e onesto”, conclude Wolff.

Riuscirà Max Verstappen a vincere il suo secondo titolo mondiale? Scommetti e recupera 1,08 volte la tua puntata! Se giochi in modo responsabile, mantieni il divertimento. Quanto ti costa il gioco? Fermati in tempo, 18+

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.