Wout Poels sconfigge il suo compagno di squadra Lutsenko alla Ruta del Sol e diventa leader

Wout Poels sconfigge il suo compagno di squadra Lutsenko alla Ruta del Sol e diventa leader

sabato 19 febbraio 2022 alle 16:29

Wout Poels ha vinto la quarta tappa della Ruta del Sol. A Baza, l’olandese ha battuto in volata a due il kazako Alexey Lutsenko, con il quale si era staccato da un forte gruppo di testa nella fase finale. Poels ha ripreso anche la maglia di leader da Alessandro Covi.

Il gruppo ha anche affrontato una tappa difficile il quarto giorno. La partenza è stata a Cúllar Vega e da lì i corridori sono stati prima inviati all’Alto de Purche. Il lungo Puerto de Blancares ha reso difficile anche la fase iniziale. Poi, in una linea leggermente discendente, c’era un lungo tratto intermedio fino a Puerto de Gorafe, a una cinquantina di chilometri dal traguardo. Sulla strada per il traguardo c’erano altre due colline, una delle quali aveva dieci chilometri da percorrere. Potrebbe la manciata di uomini veloci competere per la vittoria a Baza?

La corsa esplode dalla prima salita
Il gruppo è stato lanciato verso l’una e mezza e mentre si avvicinavano alla prima salita della giornata, l’Alto de Purche, diversi corridori hanno cercato di scappare. Mikkel Frøhlich Honoré, Greg Van Avermaet, Taco van der Hoorn, Rune Herregodts e Jenno Berckmoes hanno preso il comando per un breve periodo. Ai piedi, invece, è tutto a posto. Sulla salita, il gruppo si è sciolto, con il leader Alessandro Covi alle spalle e un grande e solido gruppo di testa con non meno di cinque uomini nella top-10.

Il numero due Miguel Ángel López (Astana Qazaqstan) aveva due compagni di squadra in Alexey Lutsenko e Harold Tejada, il numero sei Jack Haig (Bahrain Victorious) era in testa con Mikel Landa, Damiano Caruso e Wout Poels, mentre il numero sette Cristián Rodríguez ( TotalEnergies), Iván Sosa (ottavo, Movistar) e Carlos Rodriguez (decimo, INEOS Grenadiers) hanno dovuto farcela da soli. Nel gruppo di testa c’erano anche Simon Yates (BikeExchange), Mauri Vansevenant (Quick-Step Alpha Vinyl), Ben O’Connor (AG2R) e Jefferson Cepeda (Caja Rural).

READ  quello che succede ora con il campionato di Serie A, Juve-Napoli potrebbe essere rinviato

Per molto tempo il vantaggio in fuga è rimasto in bilico intorno al minuto quando Emirati Arabi Uniti, al servizio della maglia di leader Covi, e BORA-hansgrohe hanno cercato di limitare i danni, ma nella rimonta di Puerto de Blancares gli attaccanti lentamente ma inesorabilmente hanno iniziato a traboccare. Sul Puerto de Gorafe, l’ultima salita della giornata, il vantaggio era già salito a più di tre minuti, suggerendo che il vincitore di tappa e il nuovo leader della classifica fosse da cercare in cima.

Wout Poels (a sinistra) con il suo compagno di volo Alexey Lutsenko al volante – foto: Cor Vos

Interessante partita in finale
Sulla prima delle ultime due colline della finale, Lutsenko, Caruso e O’Connor si sono staccati e Yates è saltato nel trio. Nel momento in cui Rodriguez si è unito, Yates ha attaccato. Tuttavia, López ha rimesso tutto a posto. A una quindicina di chilometri dal traguardo, Lutsenko ci riprova e questa volta Poels tiene duro. Poels, undicesimo assoluto, non è stato subito il miglior corridore per Lutsenko (20°) ad arrivare al traguardo, ma il kazako ha comunque fatto girare la testa.

O’Connor ha provato più volte a saltare verso Lutsenko e Poels, inutilmente, poiché quando gli ultimi dieci chilometri sono entrati, il vantaggio dei corridori di testa era cresciuto fino a quasi mezzo minuto. Entrambi gli attaccanti non sono stati prelevati e hanno continuato a guidare per la vittoria. Poels è scattato lungo ed era appena davanti a Lutsenko. 18 secondi dopo, Vansevenant ha vinto lo sprint per il resto del volo della giornata. Poels non solo ha vinto la tappa, ma ha anche preso la maglia di leader da Covi.

READ  La stagione del Chelsea si fa sempre più desolante: 'Ma torneremo' | Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *