Zaniolo chiude i social, non Ghenea. L’ultimo post della showgirl – Il Tempo

Filippo Biafora

Basta con i social media, prova le acque. Dopo le polemiche degli ultimi giorni per la fine della storia con Sara Scaperrotta, la sua ex fidanzata attualmente incinta, e l’inizio del flirt madalina ghenea, Nicolò Zaniolo ha deciso di porre fine a tante voci e pettegolezzi, decidendo di disattivare (ancora visibile) il suo account Instagram.

“Dato che la mia vita è sul campo e non sui social o nel gossip, ho deciso di lasciar andare questo lato superficiale che, secondo me, non può essere il mio. Tutto ciò mina la mia tranquillità, la mia guarigione e la mia passione. Disconnetto il mio account e ti bacio “il messaggio pubblicato dal numero 22 di Roma attraverso il profilo della madre, Francesca Costa, che nelle ultime ore aveva cercato di chiarire il punto di vista del figlio attraverso un’intervista radiofonica. Zaniolo ha deciso di provare a concentrarsi esclusivamente sulla riabilitazione dopo l’operazione crociata subita lo scorso settembre: a dicembre, la classe del 1999 ha ricevuto l’autorizzazione dal dottor Fink, il chirurgo che lo ha operato a Innsbruck – per aumentare i carichi di lavoro e quindi ha iniziato a correre sul tapis roulant, con l’obiettivo di tornare in campo all’inizio di aprile.

Tuttavia, non solo Zaniolo ha preso posizione, ma anche lo stesso cintura, che aveva parole dolci al calciatore giallorosso, ma ha anche chiarito lo stato esatto della relazione: “Nicolò è un bravissimo ragazzo, una delle persone migliori che ho incontrato, un talento che tutti conoscono. Mentre scrive, lo scrivo anche io, sono felice di questa conoscenza. È una persona straordinaria che è entrato nel mio cuore e lo incoraggerò sempre. Volevo sottolineare un punto non siamo fidanzati. Di solito mi fidanzo dopo un anno di conoscenza, non dopo 25 giorni ”.

READ  Binotto: "Presto per valutare il confronto con gli altri" - F1 Team - Formula 1

La speranza di tutte le parti coinvolte, dei tifosi della Roma e della società stessa è che questa storia venga dimenticata e che d’ora in poi si parli solo delle gesta calcistiche di Zaniolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *