come sarà il cielo nel 2021

Il cielo del 2021 è pieno di promesse, con una superluna e una pioggia di meteoriti ad agosto che promettono di essere spettacolari, sono previste anche quattro eclissi, due dalla Luna e due dal Sole, tutte purtroppo impossibili da vedere dal Italia. “Il cielo di questo nuovo anno è ricco di eventi, dalla super luna del 26 maggio alle quattro lune piene dell’estate”, osserva l’astrofisico Gianluca Masi, responsabile del telescopio virtuale.

Se le nuvole, la pioggia e la neve hanno cancellato lo spettacolo delle Quadrantidi, le stelle cadenti che salutano il nuovo anno, non resta che guardare al prossimo appuntamento del calendario astronomico del 2021: l’incontro tra Venere e Giove all’alba dell’11 febbraio. “Questi sono i due pianeti più luminosi e vale la pena vederli, ma non sarà molto facile in quanto saranno piuttosto bassi all’orizzonte”, dice Masi. Sarà invece più facile non mancare all’appuntamento all’alba del 5 marzo, quando Giove e Mercurio appaiono molto vicini.

Non perdetevi la Superluna del 26 maggio, che promette di essere la regina della primavera. “Sarà quasi la luna piena
perigeo “, è il punto della sua orbita più vicino alla Terra, e per questo” apparirà un po ‘più grande e luminoso “, spiega
Masi. Nello stesso giorno è prevista anche un’eclissi lunare totale che non potremo osservare dall’Italia. Piuttosto, lo spettacolo può essere visto dall’Australia, dagli Stati Uniti e dal Sud America occidentale e dal Sud-est asiatico.

Il 10 giugno sarà la volta dell’eclissi solare anulare, visibile solo dalla Russia, dalla Groenlandia e dal Canada settentrionale. La sera del 13 luglio, invece, sarà possibile osservare facilmente la giunzione di Marte e Venere, entrambe brillanti nel cielo estivo, e il 18 quella di Marte e Mercurio.

READ  scienza a bordo della ISS

Tutta l’estate promette cieli spettacolari, soprattutto ad agosto. Il 2 ° Saturno sarà in opposizione e quindi molto visibile, per lasciare di scena a Giove la sera del 20, ma l’evento più atteso è a metà mese, con la pioggia di stelle cadenti. “Dopo l’ottimo anno 2018, le Perseridi torneranno ad essere ammirate grazie alla totale assenza della Luna e – osserva Masi – promettono di essere tra gli eventi astronomici più importanti dell’anno”. Il 22 ci sarà la terza luna piena delle quattro prevista per questa estate, tradizionalmente chiamata “luna blu”.

Il 29 ottobre Venere risplenderà nel cielo serale e il 19 novembre sarà la volta di un’eclissi parziale di Luna molto profonda, al punto da apparire quasi totale. A chiudere gli eventi astronomici del 2021 ci sarà, il 4 dicembre, un’eclissi solare totale visibile solo dall’Africa, e una pioggia di stelle cadenti in inverno, le Geminidi, penalizzata dal chiaro di luna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *