Zelensky incolpa l’offesa tardiva di West

Zelensky incolpa l’offesa tardiva di West

Zelensky incolpa l’offesa tardiva di West
Internazionale06 23 luglio 07:55Autore: Editor Web BNR

In un’intervista al canale di notizie americano CNN, il presidente ucraino Volodimir Zelensky ammette che avrebbe voluto lanciare prima la sua controffensiva. Il fatto che questa possibilità non esistesse era, secondo lui, dovuto alla consegna tardiva di armi dall’Occidente. “Come leader del nostro sostegno, sono grato agli Stati Uniti, ma ho detto loro e ai leader europei che volevamo lanciare prima la nostra controffensiva e che avevamo bisogno di tutte le armi e di tutto l’equipaggiamento per farlo”.

Anche le lotte sul campo di battaglia hanno ritardato la controffensiva, secondo il presidente ucraino. Ciò ha dato ai russi il tempo di “scavare” per l’offensiva ucraina.

“Gli ucraini ora devono passare sopra il suolo, perché non hanno superiorità aerea”

Patrick Bolder, specialista della difesa presso il Centro di studi strategici dell’Aia

Lo specialista della difesa Patrick Bolder del Centro per gli studi strategici dell’Aia comprende le dichiarazioni di Zelenski. Parla delle grandi riconquiste che l’Ucraina ha fatto nell’autunno del 2022. “Da allora, i russi hanno avuto il tempo di allestire ogni tipo di posizione difensiva, che da allora è stata anche la loro tattica principale”.

Segui le ultime notizie di guerra nel nostro live blog

Lungo il fronte lungo più di 1.000 chilometri, la Russia è stata in grado di “costruire trincee, fossati anticarro e campi minati”, afferma Bolder. E la fornitura di armi occidentali è continuata indefinitamente. Durante questo periodo, gli ucraini dovevano essere addestrati. Tuttavia, lo specialista della difesa non osa dire che è colpa dell’Occidente. “È complicato, perché l’addestramento e la fornitura di armi richiedono tempo. Ma è un dato di fatto che i russi hanno avuto sei mesi per prepararsi sempre meglio alla controffensiva ucraina.

F-16

Ancora una volta, Zelenskyj ha anche fatto appello all’Occidente affinché fornisca gli F16 per la guerra contro la Russia. Zelensky vuole che sia in grado di fornire supporto aereo ai soldati che combattono i russi a terra. “Gli ucraini ora devono superare il suolo perché non hanno la superiorità aerea. Tuttavia, sulla terra è molto complicato. Lo stanno facendo con molta attenzione per evitare molte morti di ucraini.

Leggi anche | Zaporizhia non sarà la nuova Chernobyl

In precedenza, Zelenskyj aveva indicato che l’offensiva stava procedendo più lentamente di quanto avrebbe voluto, anche se aveva detto che si stavano facendo progressi “in tutte le direzioni”. Da altre parti all’interno dell’esercito ucraino, Bolder vede anche progressi nell’area dello smaltimento delle attrezzature russe. “Dobbiamo aspettare e vedere quanto sia vero, ma vedo mappe del Ministero della Difesa ucraino che indicano che 20-30 installazioni di artiglieria russa vengono distrutte al giorno”.

In un'intervista al canale di notizie americano CNN, il presidente ucraino Volodimir Zelensky ammette che avrebbe voluto lanciare prima la sua controffensiva.  Il fatto che questa possibilità non esistesse era, secondo lui, dovuto alla consegna tardiva di armi dall'Occidente.
In un’intervista al canale di notizie americano CNN, il presidente ucraino Volodimir Zelensky ammette che avrebbe voluto lanciare prima la sua controffensiva. Il fatto che questa possibilità non esistesse era, secondo lui, dovuto alla consegna tardiva di armi dall’Occidente. “Come leader del nostro sostegno, sono grato agli Stati Uniti, ma ho detto loro e ai leader europei che volevamo lanciare prima la nostra controffensiva e che avevamo bisogno di tutte le armi e di tutto l’equipaggiamento per farlo”. (ANP/Zuma Press)
READ  il colpo estremo del compagno di judo di Vladimir Putin - Libero Quotidiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *