20mila dosi fino a 24

Ventimila dosi di AstraZeneca da oltre 40 anni. Prenotazione obbligatoria con biglietto virtuale da ottenere sul portale della Salute Lazio. E soprattutto la sera, tra le 20 e le 24. Gara contro il tempo in Regione per organizzare gli open day tra sabato e domenica, che qualcuno di via Cristoforo Colombo ha già ribattezzato “open night”. Oggi verranno comunicate tutte le modalità di distribuzione del farmaco anche agli over 40, che secondo il calendario della campagna vaccinale riceveranno la prima dose a fine giugno e potranno prenotare da questo mese.

Prenotazione vaccini Lazio 52-53 anni da sabato: centri con AstraZeneca, Pfizer, J&J e Moderna

Ma sul fronte dei vaccini, questa non è l’unica novità. Domani circa 210mila dosi di Pfizer e quindi la Regione tornerà 24 ore dopo per accettare le prenotazioni dal proprio portale per coloro che desiderano essere vaccinati. Intanto la Regione ha reso noto che da domani potranno fissare appuntamento per la vaccinazione sul portale salutelazio.it anche gli appartenenti alla fascia di età 52 e 53 anni (ovvero i nati nel 1968 e 1969) . Da segnalare, inoltre, che i 3.000 medici di base che partecipano alla campagna di vaccinazione – e già oggi – riceveranno anche le fiale di Moderna, dopo quelle di Pfizer e AstraZeneca.


Prenotazione vaccini Lazio 52-53 anni da sabato: centri con AstraZeneca, Pfizer, J&J e Moderna

DUBBI E SOLUZIONI

Tornata all’open house, la Lazio – ancora scettica su queste modalità di amministrazione – ha finalmente optato per una formula molto minimale, evitando di aprirsi a tutte le fasce d’età e senza riserve per paura di incontri pericolosi. Senza dimenticare le difficoltà organizzative (soprattutto per il “banco”) e logistiche. Gli ultimi dettagli del piano verranno elaborati questa mattina, prima dell’annuncio ufficiale, ma le pietre angolari sono già state poste. Durante questo periodo, più di 20.000 dosi di AstraZeneca saranno messe a disposizione degli over 40. Le amministrazioni saranno organizzate in 21 hub sparsi in tutta la Regione (quelli di Tor Vergata e Valmontone saranno sicuramente attivi tra Roma e Provincia). Per non entrare in conflitto con la programmazione ordinaria dei centri, e per non spostare l’appuntamento di chi aveva già prenotato, si è deciso di tenere gli open day successivi alla chiusura di queste strutture. In altre parole si può arrivare da 20 a 24. La modalità preferita sarebbe quella del drive in: si arriva in macchina, si apre il finestrino senza uscire, un medico inocula il vaccino poi ci si ferma nelle aree attrezzate per il necessario 15 minuti.per capire se c’erano controindicazioni.

READ  la nuova funzionalità rende felici gli utenti

Roma, Astrazeneca, open day nei fine settimana. Vaccini, quando è per i giovani: due squadre per i 40enni, poi liste aperte

IL BIGLIETTO VIRTUALE

I tecnici del dipartimento sanitario hanno lavorato tutto il giorno per fissare le procedure di prenotazione. Come ha annunciato l’assessore Alessio D’Amato, l’accesso all’Open Day non sarà gratuito come è accaduto in altre città. Per partecipare è necessario prenotare un biglietto virtuale dal portale della Regione, che deve indicare anche la fascia oraria in cui essere vaccinati. Inoltre, la gestione della salute non esclude di poter costruire all’ultimo momento una nuova piattaforma speciale per le prenotazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *