La legge sull’edilizia sconvolge il Senato con Hugo de Jonge

La legge sull’edilizia sconvolge il Senato con Hugo de Jonge

“Fuori dall’ufficio”, si leggeva sui calzini bianchi da ciclista di Hugo de Jonge. In felice video di instagram il ministro uscente dell’edilizia abitativa (CDA) pedala dal suo ufficio all’ascensore, un ampio sorriso, da dove si volta e alza il pollice. Il messaggio: vado in vacanza senza preoccupazioni.

I senatori la pensano in modo molto diverso su questo. La scorsa settimana è scoppiata una lite tra il Senato e De Jonge sull’introduzione di una parte della legge ambientale. Dal momento che De Jonge ha rifiutato di attuare una mozione, tra gli altri, di Ferd Crone (PvdA-GroenLinks), i senatori hanno preso in considerazione domande di follow-up e possibili dibattiti dopo la sospensione.

La posta in gioco è la data di attuazione della legge sull’assicurazione della qualità degli edifici (Wkb); ai sensi dell’Environment and Land Use Planning Act, entrerebbe in vigore il 1° gennaio 2024. La scorsa settimana la maggioranza del Senato ha votato a favore della mozione per sospendere la data di entrata in vigore.

De Jonge non intende attuare questa mozione, ha detto lunedì in una lettera. Secondo il ministro, il Wkb è così legato alla legge sull’ambiente e la pianificazione territoriale che non funzionerebbe correttamente se non entrassero in vigore contemporaneamente.

Il senatore Crone, insieme al suo collega BBB Eric Kemperman, aveva avviato la mozione. Lo infastidisce che De Jonge, da ministro uscente, ignori una mozione del Senato. “Non possiamo più rimandarlo indietro, perché è già uscito. Ma questo non lo rende meno responsabile”.

Problemi di fattibilità

Non è la prima volta che la legge sull’ambiente e la pianificazione territoriale, in particolare, fa scalpore al Senato. La legge consolida tutta la legislazione in materia di pianificazione territoriale e autorizzazioni ambientali. Questo dovrebbe semplificare le questioni di pianificazione dell’uso del suolo, ma il timore di disuguaglianze legali e problemi con le TIC durante i test ha reso il senato cauto.

READ  posti aggiuntivi a maggio. due hub passano a Pfizer

Dopo cinque rinvii, il Senato ha finalmente approvato l’introduzione nel marzo di quest’anno, con effetto dal prossimo 1° gennaio.

Il Wkb stabilisce che il monitoraggio della qualità della costruzione sarà responsabilità degli attori del mercato e non dei comuni. Quando si costruiscono piccoli uffici e case per i quali è richiesto un permesso, un “Responsabile della garanzia della qualità” deve supervisionare la costruzione dall’anno successivo – una società esterna che viene incaricata dalla persona che richiede il permesso. Dovrebbe garantire una migliore qualità delle costruzioni, minori costi dei progetti di costruzione falliti e una posizione più forte per i consumatori nel settore delle costruzioni.

Ma il Senato nutre preoccupazioni, ad esempio, dubita che ci siano abbastanza funzionari di garanzia della qualità per valutare tutti i progetti di costruzione. Dopotutto, senza un garante, un progetto di costruzione non può iniziare rapidamente, il che può portare a ulteriori ritardi nella costruzione di alloggi. Alcuni temono anche che fare affidamento sugli attori del mercato renderà la costruzione ancora più costosa.

Ci sono anche preoccupazioni legali. Ad esempio, i responsabili della garanzia della qualità devono rifiutare gli edifici se non soddisfano pienamente gli standard di costruzione. Ad esempio, se il soffitto di un bagno è troppo basso di cinque centimetri, secondo il Wkb, l’edificio deve essere rialzato fino a quando non è giusto, con tutti i costi associati. Il comune può ancora decidere di tollerarlo, ma nessuna politica è stata ancora sviluppata al riguardo. Maggiore incertezza giuridica, quindi, che solleva la questione se gli assicuratori siano ancora pronti ad assumersi il rischio dei lavori di ristrutturazione, spiega Crone. “Il ministro ha detto che si lavorerà a ottobre. Mi sembra molto breve, perché non è chiaro se saranno pronti a ottobre.

READ  La foto falsa dell'esplosione del Pentagono fa crollare il mercato azionario statunitense | Tecnologia

Nella sua lettera di spiegazione, De Jonge sostiene che ci saranno sicuramente abbastanza addetti all’assicurazione della qualità, sicuramente con l’aumentare della domanda dei loro servizi – e che questo ritardo non porterà in alcun modo a più addetti all’assicurazione della qualità.

Ma De Jonge non può ignorare le critiche del Senato. Non certo ora che la coalizione ha meno seggi rispetto alle elezioni di qualche mese fa. E da allora, i due maggiori blocchi di opposizione, il BBB e la lista congiunta di PvdA e GroenLinks, hanno unito le forze.

In precedenza, i due gruppi avevano annunciato di voler lavorare insieme alla Camera dei Rappresentanti per chiedere aumenti salariali e più soldi per la riduzione della povertà.

Aggiornamento della legge sull’ambiente?

Ma non è l’unico problema per De Jonge. Perché ora che si discute sulla data di entrata in vigore della Wkb, sotto pressione c’è anche l’attuazione dell’intera legge sull’ambiente e sulla pianificazione territoriale.

Laddove Kajsa Ollongren (D66), predecessore di De Jonge come ministro per il dossier abitativo, era del parere che la legge sull’ambiente e la pianificazione territoriale potesse entrare in vigore anche senza la legge sulla garanzia della qualità, secondo De Jonge, è ora una storia diversa.

Leggi anche: Un importante cambiamento nella legge potrebbe ritardare l’esproprio degli agricoltori

Secondo De Jonge, il Wkb è già talmente “intrecciato” con la parte digitale della legge sull’ambiente e sulla pianificazione territoriale che sorgono problemi di attuazione se le leggi non entrano in vigore contemporaneamente. In una lettera al Senato di venerdì, De Jonge descrive la legge ambientale come una “costruzione” da cui “non si può semplicemente rimuovere una pietra”, nemmeno temporaneamente. Secondo il ministro, altre regole sono “figurativamente sospese nell’aria” e sono “non leggibili e quindi non realizzabili”.

Se il Senato e De Jonge tengono duro, non si può escludere un altro rinvio della legge sull’ambiente e la pianificazione del territorio.

READ  Giudice: il comune non può escludere uno studente dall'indennità energetica di 800 € | D'argento

La legge sull’ambiente e l’urbanistica doveva entrare in vigore nel 2019, ma ora sarà il 2024. Nel frattempo, comuni e imprese edili attendono l’introduzione della Wkb, che si è evoluta con i tanti rinvii della diritto dell’ambiente e urbanistica. Legge urbanistica.

Bouwend Nederland non è mai stato un fan di Wkb. L’associazione di categoria condivide le preoccupazioni del Senato per quanto riguarda il numero di addetti alla garanzia della qualità disponibili e il possibile aumento dei costi. Ma poiché l’entrata in vigore della legge sull’ambiente è stata votata dal Parlamento, l’Ordine professionale ha assunto una posizione pragmatica: se la legge entra in vigore, le imprese edili devono sapere a che punto sono ea cosa devono prepararsi. “La mancanza di chiarezza per i nostri membri è molto fastidiosa. Si stanno preparando da mesi per l’introduzione della legge e per cosa significherà per loro l’introduzione dal 1° gennaio”, afferma l’avvocato Reina Uittenbogaard di Bouwend Nederland. Un altro aggiornamento prolungherebbe questa ambiguità.

Un’aggiunta importante è che, per quanto riguarda Bouwend Nederland, la legge dovrebbe inizialmente applicarsi solo alle nuove costruzioni e non anche alle ristrutturazioni, in modo che le imprese edili abbiano più tempo per abituarsi. “Sosteniamo un’introduzione graduale della legge”. I comuni vogliono che la legge si applichi immediatamente alle ristrutturazioni e alle nuove costruzioni – dopo tutto, eccezioni significano regole aggiuntive.

Il deputato Crone si dice deluso dall’atteggiamento di De Jonge. “Ora sta correndo un grosso rischio: questa legge può andare storta dal 1° gennaio perché c’è ancora molta incertezza giuridica per i consumatori e il settore delle costruzioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *