Anche l’interesse europeo potrebbe aumentare immediatamente di 0,5 punti percentuali, secondo il presidente della DNB | ADESSO

Non c’è dubbio che i tassi di interesse europei aumenteranno il 21 luglio. La domanda ora è più: di quanto? Secondo Klaas Knot della De Nederlandsche Bank (DNB), ciò dipende principalmente dal fatto che l’inflazione continui a crescere o meno. Se ciò accade, non esclude un aumento di 0,5 punti percentuali. Questo è quello che dice nella prossima trasmissione di Visita al collegeDNB conferma quando richiesto.

In questo spettacolo, Christine Lagarde, la controparte di Knot presso la Banca centrale europea (BCE), è l’ospite principale. “Klaas Knot e io siamo sulla stessa pagina. Il nostro obiettivo è ridurre l’inflazione al 2% a medio termine. Useremo tutte le risorse per questo e abbiamo già avviato questo processo”, dice nell’episodio.

Il mantenimento del potere d’acquisto è un compito essenziale della banca centrale. Con l’attuale inflazione, questo sta diventando sempre più irrilevante. Il tasso chiave della BCE è ora negativo dello 0,5%. “La mia preferenza in base alle conoscenze attuali sarebbe quella di aumentare il tasso di interesse di 0,25 punti percentuali”, ha affermato il capo della DNB.

“A meno che non avremo maggiori informazioni nei prossimi mesi sul fatto che l’inflazione sta aumentando o aumentando ulteriormente”, ha detto Knot nello show. “In tal caso, non si dovrebbe escludere un aumento maggiore dei tassi di interesse”. Il passo successivo sarebbe quindi 0,5 punti percentuali.

READ  Coronavirus nel mondo: contagi, aggiornamenti e tutte le novità della situazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.