Bando Prodi: “La scuola è la prima riforma da fare per rilanciare l’Italia”

Impressione

“Una legislazione che promuova fusioni di imprese e aiuti il ​​passaggio generazionale è assolutamente necessaria”.

“C’è molta collaborazione tra università e aziende, ma è frammentata: vorrei un’istituzione, strutture stabili. Non stiamo parlando di un paese di idioti, ma di un paese di ricercatori, scienziati, persone intelligenti … tutto è lasciato alla buona volontà, dobbiamo renderlo un fatto sistemico e stabile, abbiamo bisogno di un’istituzione che mantiene costantemente il rapporto tra università e imprese “.

L’ha detto Roman Prodi durante il suo intervento oggi all’OpenforumDD, il live streaming promosso dal Forum sulle disuguaglianze e la diversità coordinato da Fabrizio Barca.

Il piano di recupero e resilienza, aggiunge Prodi, “È stato progettato per un cambiamento a lungo termine, ma ora nella nostra testa lo abbiamo trasformato in un gioco a breve termine per dare dispense alle persone colpite dalla pandemia: se lo farà, non lo faremo. fare niente. Nel piano di resilienza, dobbiamo riformare la struttura della scuola, è per quello. Occorrono riforme, certamente su giustizia e burocrazia, ma scuola è la prima riforma da fare “

Impressione

READ  "Giuseppe Conte terrorizzato e dpcm già morto, nuove misure questo fine settimana" - Libero Quotidiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *