Baseball, Cuba fuori dai Giochi: eliminata dopo 2 partite, è la fine di un’era

La nazionale, simbolo dell’isola, perde contro Venezuela e Canada e per la prima volta non sarà alle Olimpiadi dopo 3 ori e 2 argenti

Due sconfitte da un punto (contro Venezuela e Canada, entrambi 6-5) e Giochi di addio nel torneo di qualificazione a West Palm Beach, dove solo il vincitore del torneo sarà promosso a Tokyo. Per Cuba anche l’onta di un’eliminazione nella prima fase: entrando nei playoff avrebbe potuto sperare di salire sul podio, e da secondo o terzo si sarebbe assicurato un posto per l’ultimo torneo in Messico. Invece niente.

Cinque podi

Per la prima volta è uscita allo scoperto la nazionale simbolo del baseball amatoriale, che sperava di lasciare Tokyo dopo la riammissione del baseball ai Giochi. Revolution Island senza il baseball olimpico è come il lutto nazionale. Ma la squadra, priva dei grandi assi sfuggiti nelle Major League, non è più la dominatrice che vince i titoli olimpici e mondiali in serie, quella di Linares, Pacheco e Kindelan che non ha lasciato scampo agli avversari. Alle Olimpiadi ha vinto l’oro nel 92 a Barcellona, ​​96 ad Atlanta e nel 2004 ad Atene, rimanendo argento a Sydney 2000 e Pechino 2008. Prima dell’inizio della rassegna, il miglior giocatore cubano, Cesar Prieto, 22 anni , era fuggito dalla delegazione. È la fine di un’era

Intanto, nel Gruppo A, gli Stati Uniti guidati da Mike Scioscia sono imbattuti (2 vittorie contro Nicaragua 7-1 e Repubblica Dominicana 8-6), 1-1 per Nicaragua e Repubblica Nicaragua, 0-2 Porto Rico. Nel girone B con Cuba 0-2 ci sono Venezuela e Canada 2-0, Colombia e Cuba 0.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.