Benevento Napoli 1-2, gol e highlights: Petagna decide di rientrare

Il Napoli si riscatta in campionato dopo la sconfitta in Europa League e vince 2-1 al Benevento. Ritorno di successo per gli uomini di Gattuso che scendono nel primo tempo: gol di Roberto Insigne. Nella ripresa, assediata dagli azzurri, Lorenzo Insigne pareggia il gol del fratello e Petagna, su assist di Politano, sigla il 2-1. Il Napoli sale a 11 punti, il Benevento resta a 6

PARMA-SPEZIA 2-2, OBIETTIVI E HIGHLIGHTS

CAGLIARI-CROTONE 4-2, OBIETTIVI E HIGHLIGHTS

29 ‘R. Distintivo (B), 60 ‘Distintivo L. (N), 67’ Petagna (N)

BENEVENTO (4-3-2-1): Montipò; Letizia, Glik, Caldirola, Foulon (maggio 64); Ionita, Schiattarella, Dabo (64 ‘Improta); R. Insigne (78 ‘Di Serio), Caprari (53’ Tuia); Lapadula (64 ‘o). Tutto. F. Inzaghi

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz (87 ‘Lobotka), Bakayoko (76’ Demme); Lozano (58 ‘Politano), Mertens (58’ Petagna), Distintivo (87 ‘Ghoulam); Osimhen. Tutto. Gattuso

Ammoniti: Fuller, Caprari, Glik, Politano

Per come era andata, la sconfitta contro l’AZ Alkmaar aveva provocato più danni mentali che fisici. E l’inizio della gara con il Benevento non faceva pensare a niente di buono. Ma il Napoli ha saputo compattare, essere una squadra e far valere tutte le sue qualità al cospetto di una squadra, quella di Filippo Inzaghi, che ha fatto una bella partita, intelligente e ben preparata. Alla fine, la differenza è stata fatta dalla qualità della squadra di Gattuso, con uno straordinario Lorenzo Insigne (che ha pareggiato lo svantaggio iniziale segnato dal fratello Roberto) e grazie alla potenza di Petagna che ha fulminato Montipò su aiuto di Politano (i due nuovi arrivati). Il Napoli quindi scala la classifica e sale a 11 punti, pronto a giocare un ruolo da protagonista in questo campionato.

READ  Case Maddie, appare una cantina nascosta nel giardino di Hannover

Quanto alle scelte formative, Gattuso le ha proposte sin dall’inizio Lorenzo Insigne e preferito Mario rui una Hysaj nella corsia di sinistra. Meret nella porta. Quanto a Filippo Inzaghi, Mandato in campo l’allenatore del Benevento Distintivo Junior e preferito Fuller al vecchio Maggio. Partita difficile per il Napoli che nei primi 30 ‘non è mai riuscito a trovare grossi distacchi per rendersi pericoloso, anzi è partito troppo per il Benevento che, in ripresa, si è rivelato sempre forte. Da uno di loro è arrivato il gol del vantaggio giallorosso: Palla di Lapadula in zona per Roberto Insigne, prima respinta dalla difesa napoletana e poi conclusione dell’attaccante del Benevento per l’1-0. Il gol è subito, il Napoli si scuote e comincia ad attaccare, assediando anche il Benevento. Gol annullato dal VAR a Osimhen in seguito Montipò si è esibito in una Champions Parade su Insigne. Lozano chiede un presunto fallo da rigore e il primo tempo sfugge in vantaggio del Benevento.

Nella ripresa abbiamo visto un altro Napoli, più brillante, più aggressivo e più preciso. Il VAR ha annullato un altro gol questa volta contro Lorenzo Insigne, che prelude al pareggio grazie ad una conclusione del sinistro di Lorenzo Distintivo che non ha lasciato scampo a Montipò. Piano piano il Benevento chiude nella propria metà campo e Gattuso gioca la doppietta inserendo il centravanti Petagna, con Politano, per un Lozano piuttosto noioso. E il gol del vantaggio nasce dalla coppia appena entrata su iniziativa personale di Politano sulla destra, un pallone di fondo per Petagna che batte Montipò da dentro l’area di rigore.. Dopo il netto vantaggio, il Napoli ha provato a controllare il risultato. Il Benevento, dal canto suo, ha cercato di agire negli spazi consentiti e pur avendo creato forti sensazioni alle spalle del Napoli non è riuscito a pareggiare. La squadra di Gattuso conquista tre punti preziosi e sale a quota 11 in classifica, il Benevento resta a quota 6.

READ  i quattro scenari del ministero in una lettera alle Regioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *