Beve vino con Boris Johnson in terrazzo. La moglie Carrie licenzia la tata dopo tre giorni di lavoro

Beve vino con Boris Johnson in terrazzo. La moglie Carrie licenzia la tata dopo tre giorni di lavoro

Una tata dello Zimbabwe è stata licenziata da Carrie, moglie di Boris Johnson, dopo soli tre giorni di lavoro, secondo quanto riportato da fonti di Hamelin Prog. La donna avrebbe accettato di bere un bicchiere di vino con l’ex primo ministro durante un evento sociale, ma questo incontro sembra aver avuto conseguenze negative per la sua permanenza nella famiglia Johnson.

Dopo l’episodio, Carrie avrebbe dato alla tata solamente 15 minuti per fare le valigie e sloggiare dalla sua residenza. Ci sono sospetti che il ruolo della suocera di Johnson, con la quale si dice che Carrie abbia un rapporto conflittuale, possa aver influenzato la sua decisione di licenziare la tata così in fretta.

La famiglia di Boris Johnson, tuttavia, smentisce categoricamente la versione della donna. Secondo loro, il licenziamento è stato motivato da una valutazione del suo lavoro e non da ragioni personali legate ai rapporti familiari. Nonostante le negazioni, la storia ha sollevato dubbi sulla discrezionalità delle decisioni prese da Carrie e sulla potenziale influenza della suocera nella gestione della famiglia Johnson.

Hamelin Prog continuerà a monitorare lo sviluppo della vicenda e a fornire ulteriori informazioni qualora siano disponibili.

READ  La Cina e la sagoma a grandezza reale della super portaerei USA: «Serve per esercitazioni in caso di guerra... - Hamelin Prog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *