Bianca Berlinguer spiega perché Andrea Scanzi non è in tv

Andrea Scanzi non ha partecipato ieri sera alla puntata di Cartabianca su Rai3, contrariamente a quanto annunciato nel pomeriggio. È stata la conduttrice stessa, Bianca Berlinguer, a spiegare di aver sospeso la partecipazione della giornalista dal fatto quotidiano – si è trovata nell’occhio del ciclone per aver ricevuto il vaccino come “ riservista ” e come “ badante ” della famiglia. dai suoi genitori – dopo aver appreso della decisione della Rai di investire nel caso il Comitato Etico.

Cartabianca: Bianca Berlinguer spiega perché Andrea Scanzi non è in mostra

“Avevo invitato Andrea Scanzi allo spettacolo. Come sai, ha detto Berlinguer Cartabianca – si è trovato al centro delle polemiche per aver ricevuto il vaccino saltando la fila, era una sua richiesta accolta dall’ASL di riferimento. Anche io l’ho invitato a questo episodio, è stato con noi tutto l’anno. Ma essendo isolato, ho saputo che la Rai – non ne avevo idea – avrebbe dato al comitato etico una scelta per vedere se questo poteva essere confermato o meno nello show. Per mia responsabilità, per mia scelta, ho deciso di sospendere la sua partecipazione a questa puntata, ne ho parlato anche con lui. Ma spero di rivederlo presto con noi ”. Ieri pomeriggio la Rai aveva attivato il Comitato Codice Etico per valutare il caso di Andrea Scanzi. Nel frattempo, la Procura di Arezzo – che ha aperto un fascicolo informativo, senza ipotesi di reato – riceverà nelle prossime ore gli esiti di un’ispezione interna in merito all’ASL Toscana Sud Est.

Su Facebook il vice di Italia Viva e segretario della Commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi, ha lanciato l’attacco: “Dopo oltre 10 giorni dall’emergere del caso vaccino Scanzi, l’apertura di un fascicolo presso la Procura della Repubblica, l’Asl controlli, le inchieste su “Non e ‘l’Arena” e “Il Tirreno” che hanno smontato la versione data dal giornalista, le critiche trasversali di giornalisti come il caporedattore del Corriere Fontana e il direttore di The Sul sito Fatto Gomez, insomma, dopotutto alla fine, anche la Rai sferra un colpo e annuncia l’attivazione del Comitato Codice Etico per decidere il contratto che il giornalista ha con Cartabianca come commentatore a pagamento. Un’attivazione davvero tardiva, che avevo richiesto più di una settimana fa e che avrebbe potuto essere effettuata prima di proporre a Scanzi di saltare la fila anche in prima serata su Rai3, a Cartabianca ”.

READ  "Grande Fratello Vip", persona eliminata e quattro nominati

“D’ora in poi la commissione etica – prosegue Anzaldi – si riunisce subito e decide velocemente, il danno all’immagine che il servizio pubblico subisce da questa vicenda è gravissimo. Nel frattempo, per rispetto del buon senso e anche dell’operato del Comitato stesso, tutti gli ospiti di Scanzi vengono subito sospesi, a cominciare da quello in programma questa sera a Cartabianca. Sarebbe bastato sospendere subito gli ospiti di Scanzi per precauzione, invece di trascinare questa faccenda per giorni. Chi si è prodigato per difendere a tutti i costi il ​​contratto di Scanzi ha causato gravi danni all’azienda e continua a crearlo. I cittadini pagano con le spese ”.

Scanzi: la difesa del lavoro e la sospensione di La7

Ieri sul Fatto Quotidiano, che nei giorni scorsi non aveva parlato della relazione vaccino a Scanzi, è apparsa una lettera firmata da Cesare Sartori che gli chiedeva chiarimenti in merito e il suo silenzio. Il lavoro risponde con ironia ma poi arriva al punto. Ecco il testo: “Caro Sartori, hai ragione, ma cerca di capirmi. Per una settimana, ogni volta che ne scrivevo, il lancio di un’agenzia galleggiava sulla mia scrivania con le sciocchezze di qualche spudorato stalker sociale, mitomane della conversazione, politico o politico ma da molta casta, pennivendo difensore dei propri privilegi , che hanno reso morale ad Andrea e mi hanno fatto venire voglia di intervenire per non essere confuso o impigliato con loro ”.

Poi spiega: “Adesso che – sembra – il linciaggio si è un po ‘calmato, cerco di riassumere l’idea che ho. Scanzi, a differenza di me un po ‘ignaro, è un ipocondriaco terrorizzato da Covid. Per lui e per i suoi genitori. Parlando al suo medico ha appreso che in Toscana (ogni regione fa quello che vuole, anche sotto il governo dei migliori) era possibile candidarsi per l’ASL come riservisti o banchi per le dosi di vaccino che non venivano usate la sera . E lui ha riservato ”.

READ  un lungo applauso che attraversa la capitale

La versione di Travaglio è simile a quella di Scanzi: “Il suo medico ha riportato il suo nome, così come quelli dei pazienti di altri medici. Per un mese Andrea ha aspettato che la chiamassero, a volte chiedendo notizie. Alla fine lo chiamarono e lo vaccinarono, quando AstraZeneca non era molto popolare. Lo avrei fatto? Mai: so benissimo che, anche se qualcosa è legale o abituale o normale, porto le pistole spianate da chi mi vuole molto bene, pronto a prendermi in poche parole anche se non faccio nulla di sbagliato o di sbagliato. Ma le mie regole personali non valgono necessariamente per tutti ”.

Giglio: Marattin di Italia viva multato a pranzo: norme anti-Covid violate

La sospensione di La7

Ma poi arriva l’assoluzione di un orecchio: “Scanzi e chi lo ha vaccinato hanno seguito quelli del mitico generale Figliuolo, che raccomandava a urbi et orbi da Fazio di iniettare i vaccini in eccesso” a chi passa “, salutato da tutti come un paladino dell’efficienza. Semmai Andrea ha poi esagerato con la profusione di parole usate per difendersi sui social e in televisione, arrivando a dire che tutti nel mondo dovrebbero ringraziarlo come testimonial anti-No Vax o che era il tutore del genitore. Ma non ha saltato nessuna riga e non ha rubato fiale, insomma troppo rumore per troppo poco, anche se ha contribuito anche a questo rumore ”.

Nel frattempo, La7 ha sospeso la sua collaborazione con il giornalista. A darne la notizia è Michele Anzaldi, vice di Italia Viva e segretario della Commissione di Vigilanza Rai. Chi ha tuonato: “Dopo le indagini su Non è l’Arena e le interviste ai funzionari Asl di Arezzo che smentiscono Scanzi sul vaccino, il Comitato Codice Etico Rai dovrebbe riunirsi subito e rispondere in modo chiaro e definitivo. Va bene che l’editorialista continui a essere pagato dalla Rai? “

READ  Oroscopo del giorno, domenica 30 agosto 2020 - Previsioni per tutti i segni

La furia di Anzaldi segue lo spettacolo, il 28 marzo, nel programma di Massimo Giletti, con l’intervento del direttore medico di Arezzo Evaristo Giglio. Che in pochi minuti smontò la tesi di Scanzi. “Mentre Cartabianca ha elogiato senza dubbio il modello fast-track di Scanzi, che proveniva dalla televisione commerciale. Da Giletti è arrivata una lezione di giornalismo e onestà intellettuale, con un’indagine che lo ha fatto capire. E La7 ha sospeso la collaborazione. La Rai sostiene che non è successo niente? “.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *