Bollo auto 2021, chi non lo deve pagare e chi ha diritto al rimborso

Prossime novità per il pagamento della tassa automobilistica con il dl Sostegni. Il testo prevede la rottamazione dei conti fiscali per il periodo 2000/2015 (compreso il pagamento dell’imposta sull’auto di proprietà) e casi di esenzione o riduzione della tassa automobilistica 2021, nonché tassa di rimborso auto 2020.

Tassa auto, cancellazione debiti con supporto DL

Una delle principali novità in tema di bollo auto è contenuta nel dl Sostegni che il governo Draghi dovrebbe varare domani, venerdì 19 marzo. Si tratta del saldo e dell’estratto di fatture fiscali non pagate fino a 5mila euro e relative al periodo 2000-2015. Includono inoltre il mancato pagamento della tassa automobilistica relativa al periodo indicato.

Bollo auto 2021, chi non lo deve pagare: le novità

Per quanto riguarda il 2021, la tassa automobilistica dovrebbe essere pagata normalmente. Quelli che scadono ad aprile hanno tempo fino al 31 maggio. Ma c’è chi non è stato esente dal bollo auto. Si tratta di tassisti, bus turistici e NCC (noleggio con conducente) che risiedono in Lombardia. La Regione Lombardia ha infatti deciso di esentare dal pagamento della tassa automobilistica 2021 i veicoli, di proprietà o utilizzati per il noleggio, le società che svolgono attività di trasporto passeggeri tramite il noleggio di autobus o auto con conducente o Taxi.

Oltre alle misure contenute nel nuovo decreto di sostegno del governo Draghi, sono previste anche esenzioni e rimborsi concessi dalla regione di appartenenza.

Tassa automobilistica, esenzioni in Sicilia

Tra le misure per il contenimento e la gestione dell’emergenza Covid-19 nella regione Sicilia, la legge regionale n ° 9 del 12 maggio 2020 (legge di stabilità 2020-2022), che ha disposto la sospensione dei pagamenti in scadenza nel periodo tra l’8 marzo 2020 e il 2 novembre 2020.

READ  Black Friday 2020: tutte le offerte da tutti i negozi (non solo Amazon)

I pagamenti sono rimasti sospesi fino al 30 novembre 2020 e dovevano essere effettuati entro 30 giorni dalla scadenza della data di sospensione, quindi entro e non oltre il 30 dicembre 2020, senza l’applicazione di penali e interessi.

Sono previste riduzioni ed esenzioni anche per vecchi veicoli, veicoli per disabili, veicoli elettrici o veicoli alimentati esclusivamente a GPL, gas metano, carburante ibrido o idrogeno e veicoli consegnati ai concessionari per la rivendita. A queste si aggiungono le esenzioni dal bollo auto 2020.

Tassa automobilistica, rimborsi in Sicilia

In generale, non è previsto alcun rimborso dell’importo già pagato. Piuttosto, il rimborso del pagamento della tassa automobilistica 2020 è previsto in tre casi: doppio pagamento della stessa tassa (cioè stesso termine); troppo pagato; pagamento non dovuto.

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *