Caffè di cicoria: benefici, controindicazioni e come prepararlo

Cos’è questo

Il caffè di cicoria è uno bevanda alternativa al caffè, prodotto dalle radici di cicoria essiccate, tostate e frantumate. La cicoria è una piccola pianta erbacea che cresce spontaneamente, riconoscibile grazie ai piccoli fiori azzurri che colorano le nostre campagne durante le ore più fresche della giornata in primavera ed estate. Le foglie di cicoria sono da sempre consumate in insalata, mentre la radice viene utilizzata come surrogato del caffè. La bevanda che ottieni radici di cicoria ha infatti un sapore amaro che ricorda il caffè ma, a differenza del caffè, è completamente privo di caffeina. Proprio per questo negli ultimi anni il caffè di cicoria è tornato di moda ed è diventato molto popolare tra chi cerca un’alternativa al caffè, senza effetti stimolanti ma capace di apportare benefici. La radice e le foglie della cicoria sono infatti utilizzate in erboristeria per loro. merce tonico amaro, diuretico e lassativo, utile in caso di inappetenza, stitichezza e per il drenaggio dei liquidi.

Benefici

Il primo beneficio del consumo di caffè di cicoria è quello di ridurre l’assunzione di caffeina. Una tazzina di caffè convenzionale contiene infatti circa 90 milligrammi di caffeina, anche se la quantità può variare a seconda di vari fattori tra cui la varietà del chicco, il tipo di tostatura e la dose di caffè consumata. In alcune persone, la caffeina provoca Effetti collaterali che includono irrequietezza, ansia, irrequietezza, battito cardiaco accelerato e disturbi del sonno. La reazione dell’organismo alla caffeina è molto variabile: le persone particolarmente sensibili possono provare ansia e irrequietezza anche con basse dosi di caffeina, mentre in altri casi il caffè è più tollerato, soprattutto se consumato al mattino o fino all’inizio del pomeriggio. Chi ha la necessità di ridurre le dosi di caffè o eliminare completamente il consumo di caffè può quindi ricorrere al caffè di cicoria, sostituendo in tutto o in parte il caffè.

READ  Covid e viaggi, l'Europa divisa dal viaggio (ma l'Italia è ferma) - Corriere.it

Altri benefici il caffè di cicoria potrebbe provenire dal contenuto di nutrienti nella radice con cui è preparato. Infatti, la radice di cicoria contiene vitamina B e vitamina C, potassio, fosforo, manganese e acido folico ed è una buona fonte di fibre, tra cui inulina e lattoni sesquiterpenici. L’inulina ha proprietà prebiotiche, vale a dire, è in grado di favorire una buona flora batterica intestinale. Grazie alla presenza di fibre, la radice di cicoria può aiutare a migliorare la digestione e migliorare la salute del microbioma intestinale favorendo la crescita di batteri benefici. Un microbioma equilibrato è legato ad a sistema immune più forte e quindi a un maggiore benessere generale. Anche grazie alla fibra, la radice di cicoria potrebbe favorire il transito intestinale, ammorbidire le feci e combattere la stitichezza e la stitichezza.

L’inulina può anche rallentare l’assorbimento degli zuccheri semplici nell’intestino, aiutando così a controllare glicemia e per prevenire la resistenza all’insulina, che sono i fattori alla baseinsorgenza del diabete mellito di tipo 2. Inoltre, la radice di cicoria sembra avere proprietà antinfiammatorie. L’infiammazione è una normale risposta dell’organismo al danno cellulare, che si manifesta con sintomi più o meno gravi come dolore, gonfiore della zona infiammata, arrossamento e perdita di funzionalità. A volte la condizione infiammatoria dura troppo a lungo, danneggiando i tessuti invece di ripararli. La radice di cicoria sembra essere utile in questo senso, poiché il suo consumo potrebbe ridurre i livelli di infiammazione.

È chiaro che le bevande alla radice di cicoria contengono meno macro e micronutrienti rispetto alla radice stessa, ma il caffè di cicoria può comunque avere alcuni benefici.

Come si prepara

Il caffè di cicoria può essere acquistato presso erboristerie, negozi che vendono prodotti alimentari biologici o naturali e alcuni supermercati. Si trova frantumato e polverizzato o in versione solubile. Caffè alla cicoria in polvere è simile al caffè e si prepara nella caffettiera (moka) riempiendo a metà il filtro, mentre quello solubile è semplicemente sciolto in acqua calda. La polvere di radice di cicoria può essere utilizzata da sola per preparare una bevanda completamente priva di caffeina, oppure miscelata con caffè macinato se si desidera ridurre il contenuto di caffeina della bevanda. In alternativa si può preparare il caffè di cicoria decotto di radice essiccata: In genere si consiglia di utilizzare un cucchiaio di radice di cicoria (circa cinque grammi) per 100 millilitri di acqua. Può essere addolcito con zucchero, miele o altri dolcificanti come la stevia.

READ  Il più antico birrificio del mondo scoperto in Egitto - Ultima Ora

Controindicazioni

Il consumo di cicoria non ha particolari effetti collaterali ma va evitato in caso di allergia, perché nei soggetti allergici darebbe luogo a una reazione. Attenzione in particolare alle persone allergiche ad altre piante della famiglia delle Astareaceae, cicoria compresa. L’uso della radice di cicoria è controindicato anche durante la gravidanza e l’allattamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *