Cashback, partiamo a dicembre: bastano 10 operazioni

Un serviziodecreto di agosto

Dopo l’approvazione delle estrazioni della lotteria per ricevute, sono ora disponibili le concessioni per gli acquisti con carta o bancomat. Ma la spesa online è esclusa

di Marco Mobili e Giovanni Parente

Tremila euro di super cashback per chi fa più transazioni con carta

Dopo l’approvazione delle estrazioni della lotteria per ricevute, sono ora disponibili le concessioni per gli acquisti con carta o bancomat. Ma la spesa online è esclusa

2 ‘letto

Gli elementi del mosaico senza soldi abbozzato dal governo continuano a essere al loro posto. Dopo l’estrazione “zero cash” per la lotteria degli incassi (vedi Il Sole 24 Ore di ieri), tutto è pronto per l’inizio del cashback. Il rimborso partirà dalle transazioni con carta o carta di debito effettuate nel mese di dicembre: un inizio “sperimentale” per il quale basterà effettuare un minimo di dieci pagamenti tracciabili. Un traguardo raggiungibile visti gli acquisti per le festività natalizie, ovviamente sempre considerando l’attuale emergenza sanitaria con lo spettro degli altri là fuoriockdown. Le spese online sono, infatti, escluse dal meccanismo di rimborso.

Tremila euro di super cashback per chi fa più transazioni con carta

Via libera al garante della riservatezza

Parallelamente, il decreto attuativo del meccanismo di rimborso – finalizzato a scoraggiare l’utilizzo del contante ed è stato appena rifinanziato dal decreto legislativo 104/2020 (decreto agosto) – ha ottenuto il via libera dal garante vita privata. Semaforo verde in cui l’Autorità presieduta da Pasquale Stanzioni ha riconosciuto l’accettazione delle indicazioni fatte durante i colloqui con Mef e l’Amministrazione finanziaria. Tra questi si segnala che i dati trasmessi non verranno utilizzati per finalità diverse dal rimborso delle somme pagate con carta o carta di debito. Una limitazione, infatti, anche per evitare che dati sensibili sulla tipologia e quantità di acquisti effettuati e pagati senza contanti entrino in possesso dell’Amministrazione finanziaria. Inoltre le informazioni trasmesse verranno trattate per il tempo strettamente necessario al raggiungimento delle specifiche finalità, quindi cancellate.

READ  Mercati in incertezza COVID e stimoli Usa: solo la Cina sta progredendo

Nonostante il parere positivo, la tutela della privacy si riserva ancora una restituzione sulle “caratteristiche del ricorso” I “su cui sono già state formulate alcune osservazioni nel provvedimento n.102 del 12 giugno 2020, relative in particolare a la destinazione d’uso delle notifiche push, l’attivazione automatica di servizi non espressamente richiesti dall’utente, nonché il trasferimento dei dati personali verso paesi terzi “.

L’applicazione “Io”

La partecipazione al rimborso, infatti, sarà volontaria e passerà attraverso la domanda “I”, che gli italiani hanno conosciuto meglio grazie al bonus vacanza. In particolare, dopo aver effettuato l’accesso, dovrai associare una o più carte di debito o di debito al tuo codice fiscale e indicare l’IBAN su cui vuoi ricevere il rimborso. Attenzione, tutte le carte gareggeranno insieme per raggiungere la soglia minima – individuata una volta a regime – di 50 transazioni a semestre per ottenere un rimborso fino a 150 euro (10% su una spesa massima di 1.500 euro). A questo si aggiungerà anche un supercashback, che premierà i primi 100.000 acquirenti che avranno effettuato più transazioni pagate con carte o bancomat.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *