Cashback, Satispay va dritto e finanzia l’estensione. L’amministratore delegato: “Le nostre operazioni sono triplicate. Si combatte anche contro l’evasione fiscale”

Il piano di cashback dello Stato, che avrebbe dovuto proseguire fino a giugno 2022, in realtà si è fermato a causa di una decisione del governo Draghi. Ma Satispay, l’app di pagamento e trasferimento di denaro tramite smartphone, ha deciso di fare da sola per altri 6 mesi, con alcuni adeguamenti, ma mantenendone la struttura e gli obiettivi investendo risorse proprie tra i 20 e 30 milioni di euro. E quindi l’applicazione offrirà la possibilità di accumulare fino a 150 euro di cashback in sei mesi, fino al 31 dicembre 2021, ottenendo il rimborso dieci% dell’importo speso nei negozi fisici convenzionati con Satispay. “Nessuna critica al governo – è la prima cosa che l’amministratore delegato vuole sottolineare Alberto Dalmasso – che gestisce magistralmente una situazione estrema ma l’abbiamo vista il programma funziona, le transazioni sono aumentate e potremo muoverci 1 miliardo di euro alla fine dell’anno”.

Nel primo semestre del 2021 Satispay ha registrato – considerando solo i pagamenti nei negozi fisici – 25 milioni di transazioni, più di triplice copia rispetto allo stesso periodo del 2020. Il volume degli acquisti è aumentato del 127% raggiungendo i 340 milioni. Il numero di esercenti affiliati alla rete applicativa ha registrato una crescita del 35% rispetto a giugno 2020. L’iniziativa lanciata da Satispay è riservata a chi si iscrive al servizio nel mese di luglio e Dalmasso ricorda che “ci sono quasi 10 milioni di persone che hanno aderito al programma di cashback dello stato ”e quindi c’è ancora una grande parte di esso che Satispay, che attualmente ha 1,8 milioni di utenti, può intercettare. Ciò non toglie nulla al percorso virtuoso tracciato: “Abbiamo visto i risultati – spiega Dalmasso – funge da stimolo per i pagamenti elettronici e per combattere l’evasione, e se abituiamo la popolazione agli strumenti digitali avremo un Paese con più competenze che quindi reagisce meglio alle crisi”.

READ  Ecoincentivi: la proposta, tramite il deposito di rottamazione

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo supporto ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre giornalismo online di qualità, aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu un sostenitore

Grazie,
Pierre Gomez


ilFattoquotidiano.it

Supporta ora


Pagamenti disponibili

Articolo precedente

Quantum Capital, il fondo tedesco che in Italia fallisce quasi tutto quello che tocca. E che poi licenza con un’e-mail

seguente


Articolo successivo

Via libera all’accordo di continuità per Cin e Moby. Connessioni garantite. Lo Stato paga anche i disastri di Onorato

seguente


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *