C’è la posta, Can Yaman conquista il pubblico e Maria: il contesto sul suo passato

Terzo appuntamento per Hai una mail, lo storico programma di Maria De Filippi che ha debuttato nel 2000 e che oggi, dopo più di vent’anni, continua a ricevere colpi. Il segreto di tanto affetto da parte degli spettatori? L’innegabile professionalità dell’ospite, storie accattivanti e ospiti nazionali e internazionali d’eccezione.

Dopo Sabrina Ferilli, Luca Argentero, Marco Bocci, Giulia Michelini e la cantante Irama, finalmente è arrivato il turno dell’ospite forse più atteso di questa stagione: Can Yaman. L’attore ha catturato i cuori del pubblico italiano con la sua bellezza e il talento mostrato in serie TV di successo come Sognatore.

Can Yaman, che secondo il gossip usciva con Diletta Leotta, arrivato nello studio di Hai una mail completamente vestita, per partecipare al suo primo episodio. Impossibile non notare la sua estrema emozione. Felicissimo anche il pubblico in studio, contento dell’arrivo del protagonista di Sognatore, si concedeva cori e applausi, dimostrando il suo affetto.

Con un grande sorriso l’attore ha apprezzato tutto il calore del pubblico e ha anche raccontato al presentatore alcuni dettagli della sua vita. Così, Yaman si è unita ad Akirobita, una ragazza che ha perso la madre, morta dopo tre anni durante i quali ha combattuto una grave malattia. Lutto difficile da affrontare e profonda sofferenza. A sostenerla, però, c’è sempre stata sua zia Maria, che si prende cura di lei e dei suoi fratelli. Per quello voleva ringraziarla facendole incontrare il suo idolo.

Anch’io sono stato allevato da due donne, – ha rivelato l’attore – mia madre lavorava, mio ​​padre lavorava. E la madre di mia madre mi ha cresciuto, anche la madre di mia madre. Quando ero al liceo, mio ​​padre è andato in bancarotta e mia madre si è occupata di tutto. È una storia che mi emoziona, mi fa pensare al mio passato. Le donne sono molto importanti. Farei schifo se non ci fossero donne nella mia vita.

Così Can ha rivelato di essere vissuto molte difficoltà nella sua infanzia, ma per aver sempre potuto contare sull’appoggio delle nonne e della mamma. E per questo, ora è felice di poter portare gioia attraverso il suo lavoro e attraverso la sua presenza:

READ  Tripudio Misano: Morbidelli vince su Bagnaia. 4 ° Rossi

Vedo così tante persone che hanno così tanta tristezza nella vita e con la mia vena sono diventato una persona che porta gioia. Capisco che sia puro amore e ora è diventato affetto reciproco.

Maria De Filippi, così è riuscita ancora una volta a rendere unico il sabato sera di Canale 5 ea regalare al suo pubblico, che come sempre lo segue con costanza e calore, emozioni, risate e, soprattutto, storie di vita in cui tutti poteva riconoscere se stesso. Cosa avrà pensato per il prossimo episodio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *