Chantal Janzen e suo marito Marco si sono impegnati in una lotta domestica

Laddove Chantal a volte può fare un pasticcio, suo marito Marco è infastidito dal pasticcio. Non c’è nemmeno niente di sbagliato lì, ma il fatto che a volte sia anche colpevole di lasciare le cose in giro. “Abbastanza contraddittorio”, chiama questo comportamento. “È quello che costruisce qualcosa di ‘davvero interessante’ con i Lego con i ragazzi e poi mi dice di non ripulirlo. C’è un edificio del genere sul pavimento in mezzo alla cucina per settimane? Quindi non vedo l’ora di pulirlo comunque, così goffo.” La presentatrice ha ora trovato una “soluzione” a questo, perché mentre passa l’aspirapolvere – cosa che fa ogni giorno – ogni tanto succhia uno o due mattoncini Lego.

La battaglia domestica tra Chantal e Marco scoppia regolarmente anche in cucina. Perché oltre al fatto che Chantal non è una principessa della cucina, non fa alcuno sforzo per conservare i suoi acquisti. “Io metto solo la spesa e le stoviglie in frigo e in lavastoviglie, non c’è nessun sistema dentro. Sarà pulito o freddo, non importa. Marco la pensa diversamente: vuole che tutto sia pulito e gli piace vedere il quadro più ampio: riorganizza il tutto perché non può comportarsi a modo mio”, ha detto Chantal.

Oltre agli inconvenienti della cucina, Chantal può citarne anche alcuni riguardanti la camera da letto:

READ  Palermo, lutto nel mondo della cucina: morto per Covid lo chef Salvo D'Antoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.