Chievo, addio Serie B: rigetto il ricorso. Cosenza redatto

Si salva solo il Paganais. Salutiamo i C: Carpi, Casertana, Novara e Sambenedettese, ecco le possibili riammissioni. Il veronese chiamerà il Tar

Certamente no. Il Chievo Verona sta cancellando oggi una lunga parte della sua storia. Il Collegio Garanzia Coni si è infatti espresso sul ricorso del club sull’esclusione ufficiale dal consiglio FIGC dopo la bocciatura del Covisoc. Ma stanno andando bene 5 ricorsi su 6 delle aziende che hanno respinto la domanda di registrazione. Si salvò solo il Paganais in C. Oltre al Chievo che ospita la B, Carpi, Casertana, Novara e Sambenedettese lasciano il C.

riammissioni

Domani (martedì) alle 11 il Consiglio federale ratificherà le esclusioni e definirà il personale. In Serie B sarà riammesso il Cosenza, mentre in Serie C si arruolano Latina, Lucchese, Fidelis Andria, Fano o Pistoiese (da valutare se regolare la domanda di Fano) e Siena. Andrebbe sostituito anche Gozzano, che ha rinunciato alla C: la domanda di tesseramento dell’FC Messina non sarebbe regolare, quindi questo posto andrà al Picerno. Le aziende respinte potranno ricorrere al TAR (ma in casi estremi potrebbero essere riammesse in eccesso), in ogni caso potranno ripartire dal D.lgs.

Tar chievo

Quest’ultima intenzione è già stata formalizzata dal Chievo in un comunicato in cui afferma di prendere atto della “decisione del Collegio di Cuneo Garanzia e comunica di voler impugnare tale decisione con il Tar Lazio per difendere i propri diritti, ribadendo di aver operato nel rispetto della normativa vigente e federale per l’iscrizione al campionato di serie B 2021/22”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.