come fai a sapere se hai vinto

La prima estrazione degli incassi avviene poco dopo, giovedì 11 marzo. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo insieme come scoprire chi ha vinto.

ricevute della lotteria
Fonte: Pixabay

Presentato dal precedente dirigente, il lotteria ricevuta si presenta come un’iniziativa per incentivare l’uso di strumenti elettronici e scoraggiare invece l’uso del contante. Questo programma è ufficialmente iniziato per ultimo 1 febbraio e in poco tempo ha destato l’interesse di un gran numero di persone, che aspettano la prima estrazione che avverrà giovedì 11 marzo.

Ci sono molti che aspettano di vedere se saranno i fortunati vincitori. Per vincere, ricorda, 10 premi da 100mila euro per chi compra, e 10 prezzi da 20mila euro per chi vende. Trattandosi di una novità, però, ci sono molti dubbi in merito ed è per questo che oggi vedremo insieme come sapere se avete vinto o meno la Lotteria degli Scontrini.

LEGGI ANCHE >>> Lotteria di incassi, è bello vincere ma attenzione agli insulti

LEGGI ANCHE >>> Cashback, attenti agli acquisti esclusi dal bonus: ve lo diciamo noi

Giovedì i primi 100mila euro, come sapere se hai vinto il sorteggio: qualche informazione utile

Lotteria delle ricevute

Come accennato giovedì 11 marzo avrà luogo l’estrazione della prima lotteria delle ricevute. Saranno attivi 542 milioni di biglietti virtuali chi parteciperà alla lotteria, con oltre 17 milioni di acquisti validi effettuati nel mese di febbraio. I fortunati vincitori riceveranno un’apposita comunicazione tramite Posta certificata, ovviamente nel caso in cui tali dati siano stati comunicati. Altrimenti riceverai un posta raccomandata con avviso di ricevimento, nonché un messaggio nel filearea riservata. Per accedere a questi ultimi è possibile utilizzare lo Spid, la carta d’identità elettronica oi servizi.

READ  Fiat Punto tornerà nel 2022 - Auto World

Per riscattare il premio è necessario presentarsi entro 90 giorni dal ricevimento della comunicazione aUfficio dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli competenza, in modo che l’identificazione possa essere effettuata. La somma verrà quindi pagata da bonifico bancario o postale. A tal fine è bene ricordare che non tutte le ricevute devono essere conservate. In caso di controllo, infatti, è possibile presentare l’estratto conto del conto corrente, in grado di attestare che i pagamenti sono stati effettuati utilizzando strumenti di pagamento elettronici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *