Continuazione della puntata di Problem Neighborhoods su Woensel-West: “Nuovi eroi di culto”

1/2 Kees, residente a Woensel-West allora e oggi.

Il controverso programma SBS6 Problem Neighborhoods del 2005 continuerà. La studentessa Meije Dijkstra ha recentemente viaggiato a Woensel-West per fare un sequel dell’episodio su questo quartiere diciassette anni dopo. Ad esempio, ha parlato con il sensazionale di Internet Kees, ma ha anche incontrato altri residenti locali. “Ho trovato nuovi eroi di culto.” Secondo Meije, l’episodio dovrebbe dare un buon quadro della situazione attuale nel quartiere.

Foto del profilo di Ista van Galen

Nel programma originale SBS6 ha viaggiato in diversi quartieri famosi nei Paesi Bassi. La catena ha reso Woensel-West a Eindhoven e Graafsewijk a Den Bosch un nome familiare, ma non nel senso più positivo. Il programma è stato molto controverso, soprattutto dopo che sono scoppiati disordini nel quartiere per quattro giorni dopo l’episodio del Graafsewijk.

Meije vuole seguire Problem Neighborhoods e mostrare come stanno andando le cose nei quartieri. È un fan del programma sin dall’inizio dei suoi studi. “Queste persone vivevano una vita in cui bevevano e non lavoravano. Lo fai quando sei uno studente, quindi ho pensato che fosse divertente da vedere. Sono anche così aperti e onesti davanti alla telecamera, era davvero pura televisione .”

“Quando sua moglie ha aperto la porta, ha subito iniziato a urlare e rimproverarmi”.

Quando Meije ha dovuto fare una produzione di laurea per i suoi studi di giornalismo, ha deciso di fare un seguito al programma. Il suo primo episodio riguardava Assen-East ed è stato visto quasi mezzo milione di volte su YouTube. Meije ora è laureato, ma questo non lo ferma. Presto sarà la volta di Woensel-West. “Quell’episodio originale di Woensel è stato davvero un successo”, spiega.

READ  Anouk: "Benissimo che parli Ellen ten Damme, Ali B ha bisogno di terapia" | Affiggere

All’inizio di marzo, La Meije si stabilisce nel distretto. Non è stato facile subito. “Ci sono andato per la prima volta otto volte senza una macchina fotografica, per conoscere il quartiere e guadagnare la fiducia degli abitanti. Ho suonato il campanello di ‘Keeskachel-Kees’, perché volevo parlargli, ovviamente. Ma quando il suo mia moglie ha aperto la porta, ha subito iniziato a urlare e rimproverarmi, tutto il quartiere è uscito a vedere, poi me ne sono andato velocemente.

Meije (a destra) con Kees (al centro) e sua moglie (a sinistra).
Meije (a destra) con Kees (al centro) e sua moglie (a sinistra).

Entrare in contatto con il quartiere si è rivelato un po’ più difficile del previsto. “La gente del posto era ancora arrabbiata per quello che SBS6 ha fatto allora. Sono stati descritti come un quartiere terribile e non lo trovavano rappresentativo. Quindi c’era molta sfiducia. Ero anche chiaramente un estraneo con il mio G duro e non proprio tipico di Woensel vestito.”

“Kees è stato chiamato con molti nomi e svegliato da strane persone.”

Alla fine, Meije si è messa in contatto con un residente locale che le ha dato una mano. “Parlava vero Brabante, indossava una giacca del PSV e conosceva la gente del posto. Poi all’improvviso sono entrato dappertutto. Grazie a lui, ho guadagnato la fiducia della gente”.

Dopo l’abuso di sua moglie, alla fine è persino riuscito a parlare con Kees. “Ovviamente è la più grande leggenda del programma, quindi ne sono felice”, afferma Meije. Kees racconta cosa gli fece allora lo spettacolo. “Non commettere errori sull’impatto che ha avuto. È stato chiamato in molti nomi e svegliato da persone sconosciute”.

Meije vuole quindi affrontarlo in modo diverso dal programma iniziale. “Ci sono sempre persone divertenti e pazze. Ma do anche più sfumature e mostro perché fanno quello che fanno. Sarà un episodio realistico. Vedrai anche che il quartiere è davvero migliorato”.

READ  Thelma & Louise 30 anni dopo, Susan Sarandon e Geena Davis di nuovo insieme

Il trailer è un warm-up per la trasmissione che può essere visto online da settembre sul sito web di VKMag.

In attesa delle impostazioni sulla privacy…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.