cosa mangiare per riscoprire i colori – Libero Quotidiano

Melania Rizzoli

La buona notizia è che capelli bianchi germinano dopo un periodo di alto stress non sono definitivi perché possono tornare al loro colore naturale. Dopo un periodo di forte tensione emotiva che si protrae nel tempo, come quando si vive un lutto, una perdita del lavoro, una crisi personale, una crisi di coppia o una separazione difficile, lutto, disperazione e tormenti, gli interni hanno da tempo un carattere “genotossico”. azione, velenosa nei confronti di alcuni geni, per i quali il meccanismo metabolico si blocca, rallenta o si modifica, e nonostante il nostro corpo invii segnali inequivocabili sulla fatica fisica, morale e mentale cui va incontro, che si propagano a vari organi, tra i sintomi più comuni e visibili che compaiono ci sono “acro motrichia”, ovvero perdita di pigmentazione nei capelli e capelli che diventano improvvisamente bianchi, fenomeno che può svilupparsi anche durante una sola notte.

TINTA ORIGINALE
Un nuovo studio, firmato da ricercatori della Columbia University e dell’Università di Miami, ha fornito la prova che i capelli bianchi comparsi in un periodo non senile possono ritrovare il colore originario, dimostrando, grazie ad una tecnica dell’ immaginario, che l’ ingrigimento dei capelli in questione non è mai uniforme come solitamente accade con l’invecchiamento, e soprattutto quando il bianco compare solo sulle punte, e non alle radici, significa che il capello non ha subito il fisiologico processo di senilità, e che alcuni di loro sono tornati al loro tono originale, quindi il processo di inversione è ora considerato realisticamente reversibile. Questo perché, come è noto, il pelo cresce dalla radice, circa 1cm al mese, e se compare il grigio alle estremità significa che la mutazione è avvenuta in un tempo ben definito, non e’ da considerarsi permanente, e quindi la reversibilità del fenomeno potrebbe verificarsi quando il livello di stress si abbassa.

READ  Il Tagikistan ha reso obbligatoria la vaccinazione contro il coronavirus

Lo studio, infatti, ha dimostrato, grazie a un’analisi proteomica, che il profilo proteico dei capelli sbiancati conteneva un gran numero di proteine ​​mitocondriali non regolate, coinvolte nel metabolismo energetico del fenomeno stressante, nonché danni alle cellule staminali che rigenerano i pigmenti. nei follicoli piliferi, responsabili del mantenimento del colore dei capelli. Il proverbio “la paura fa ingrigire i capelli” non è solo un rumor, ma ha una base scientifica consolidata, poiché solo un forte shock emotivo è in grado di agire sui melanociti e rallentare la produzione di melanina, la proteina responsabile del colore di pelle e capelli , come accade con la vitiligine e i capelli grigi, dimostrando come il nostro corpo e il nostro cervello siano intrecciati con impulsi nervosi incredibili e precisi che non possono essere controllati, che sono in grado di influenzare fortemente l’attività fisiologica e la regolazione cellulare. Il problema dei capelli grigi non è considerato dalla medicina ufficiale un’incognita rilevante, in quanto non viene percepito come un vero e proprio problema di salute, sebbene la comparsa dei capelli grigi in età non senile possa essere un problema. i livelli ematici di cortisolo, l’ormone dello stress prodotto dalle ghiandole surrenali.

FORNITURA
Quando questo ormone supera i limiti fisiologici, i melanociti difficilmente producono più melatonina, ed è quindi possibile assistere alla comparsa improvvisa di capelli bianchi o addirittura di intere ciocche, e l’unico modo per fermare la caduta verso il grigio è diminuire la quantità di cortisolo, evitando i fattori di stress e prendendosi cura dell’alimentazione. Le diete ricche di zuccheri sono foriere di super produzioni di cortisolo e radicali liberi, altri elementi che favoriscono la comparsa dei capelli bianchi, mentre la vitamina D è un ottimo alleato per combatterli, e un valido aiuto può essere un trattamento a base di integratori. su rame, zinco, selenio e biotina.

READ  L'enorme baraccopoli alla periferia di Buenos Aires

I ricercatori hanno scoperto che un capello può subire una completa inversione di colore in meno di 3,5 giorni, anche se in media occorrono circa tre mesi per completarla. Tuttavia, ripristinare il colore dei capelli è difficile senza un aiuto farmacologico, e impossibile quando i livelli di stress persistono, anche episodicamente, quindi, a parte perdite irreparabili, quando ci sono fattori o persone che influiscono negativamente sulla salute morale e contribuiscono a destabilizzare l’equilibrio mentale, è sempre consigliabile eliminare questi fattori o eliminare queste persone, se si vogliono evitare, insieme ai continui mal di cuore e ai problemi di salute più significativi, anche improvvisi capelli grigi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *