Covid, l’appello alla solidarietà di Burger King su Twitter: “Ordinato da McDonald’s”

La catena di fast food in un post sui social media esorta i suoi clienti a coinvolgere anche aziende concorrenti per far fronte alle difficoltà causate dalla seconda ondata di coronavirus e dall’imminente semi-blocco nel Regno Unito: “Non avremmo mai pensato che lì avremmo incoraggiato a ordinare da KFC, Subway, Domino’s Pizza, Pizza Hut, Five Guys, Greggs, Taco Bell, Papa John’s, Leon o qualche altro negozio di alimentari. impiegare migliaia di lavoratori ha bisogno del tuo sostegno “

“Lo sappiamo, non avremmo mai pensato di dirlo.” È combinando ironia e solidarietà che Burger King Uk, su Twitter, invita i propri clienti a ordinare pasti da asporto oa casa anche da aziende concorrenti, lanciando un appello legato alla seconda ondata di coronavirusAGGIORNAMENTI IN DIRETTASPECIALE) e dato il nuovo semi-lockdown annunciato dal primo ministro britannico Boris Johnson dal 5 novembre: “I ristoranti che impiegano migliaia di lavoratori hanno bisogno del tuo sostegno”.

“Anche ordinare un Big Mac non è poi così male”

approfondimento

“Ordina da McDonald’s. Non avremmo mai pensato di chiedertelo – scrive la catena di fast food sui social media – Non avremmo mai pensato di incoraggiarti a ordinare da KFC, Subway, Domino’s Pizza, Pizza Hut, Five Guys, Greggs, Taco Bell, Papa John’s, Leon o qualche altro negozio di alimentari la cui lista è troppo lunga per essere elencata qui – in breve, da una delle nostre catene alimentari gemelle, (veloce o non veloce). “” Non avremmo mai pensato di chiedertelo, ma i ristoranti che impiegano migliaia di lavoratori hanno bisogno del tuo sostegno – continua l’articolo – Quindi se vuoi continuare a coccolarti con cibo delizioso alla consegna, o “E ironicamente, citando il panino più famoso di Burger King, conclude:” Un Whopper è sempre meglio, ma anche ordinare un Big Mac non è male “.

READ  Il modo migliore e più veloce per lavare le zampe del nostro cane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *