Covid Lombardia, bollettino 28 ottobre: ​​7.558 contagi e 47 morti, ricoveri record

Milano, 28 ottobre 2020 – The Lombardia va d’accordo con un nuovo focolaio di infezioni e ricoveri. Di Dio 24.991 nuovi positivi al coronavirus registrati in Italia nelle ultime ventiquattr’ore quasi un terzo ha interessato la regione Lombardia. Cifre sempre più drammatiche: oggi la regione ha varcato la soglia del 7mila casi al giorno. Lo sono davvero 7.558 io contagio confermato, rispetto a 41.260 tamponi trattati (il numero più alto dall’inizio della pandemia). È il il dato più alto mai registrato, nella regione più colpita dal Covid-19. A livello nazionale le vittime sono 205, 47 nella sola Lombardia (un totale di 17.357). Per preoccupare il aumento della pressione sugli ospedali: aumento di 21 unità di terapia intensiva (che ha raggiunto 292 pazienti) e +357 in altri reparti (3072 in totale) in un giorno.

Covid-19 in Italia, 28 ottobre contagi / Pdf

Si conferma la regione con il maggior numero di casi Lombardia con un aumento del 50% a 7558, seguito da Piemonte con 2827 (su 16673 tamponi) e Campania con 2427 (con 15.030 buffer). Oltre duemila casi anche in Veneto (2.143). In Italia, 14.981 pazienti sono ricoverati con sintomi (+1.026) e 1.536 persone in terapia intensiva (+125). 276.457 pazienti (+ 21.000) sono isolati a casa mentre 3.416 persone sono guarite o sono state dimesse.

Resta da sciogliere il nodo misure anti-Covid. Le regole contenute nel Dpcm e il coprifuoco voluto dalla Regione? Oppure ci vorrà un’altra stretta, con a bloccaggio localizzato sulle zone più colpite dalla diffusione del virus? Il problema è correlato a Programma. Un riscontro sulla reale efficacia delle misure avverrà solo tra 10 e 15 giorni, in modo che chi arriva per la Lombardia avrà giornate particolarmente difficili, con pronto soccorso in crescita negli occhi della seconda ondata di uragano.Crollano gli ospedali di Milano, non c’è più spazio per i pazienti. Continua così potresti morire in ambulanza oa casa, come è successo in primavera “, ha ammonito Maurizio Viecca, responsabile cardiologia presso Sacco di Milano.

READ  "Hanno la polmonite Covid"

Lockdown a Milano: Sala scrive a Speranza

Rimani sul tavolo l’allarme lanciato ieri dal consulente ministeriale Walter Ricciardi, che ha parlato di a lockdown “necessaria” a Napoli e Milano. Il sindaco Giuseppe Sala sull’ipotesi del blocco (in collaborazione con il napoletano Luigi De Magistris) ha scritto una lettera al ministro della Salvezza Roberto Speranza “per chiedere se è un ‘l’opinione del suo consigliere o è un’opinione del ministero e, se fosse un’opinione del ministero, se si basa su dati e informazioni che il ministero possiede e che noi non abbiamo. ” Governatore Attilio Fontana: “Il decorso delle infezioni deve essere valutato attentamente Agire – ha spiegato -, credo si possa fare scelte alternative al blocco per salvaguardare la salute “.

Lombardia, dati di mercoledì 28 ottobre

Qui pubblicheremo i dati di Bollettino della Regione Lombardia con dati provincia per provincia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *