Cravatta nera, regali inutili e obbligo di ingrassare: il Natale solitario della Regina

Il regina Elisabetta non sarà a Sandringham per il Natale 2021. Questo è il secondo anno consecutivo che Sua Maestà è costretta ad abbandonare una delle sue case più amate a causa della minaccia del Covid. Questa volta, però, la rinuncia è ancora più amara, perché sarà il primo Natale senza il principe Filippo. Neppure la principessa Anna potrà stare al suo fianco. Il Cnn ha annunciato che la figlia del sovrano è in quarantena a seguito del rilascio del marito, Sir Tim Laurence covid positivo. Carlo e Camilla, come confermato dal portavoce di Clarence House, saranno con il Sovrano il giorno di Natale. Elisabetta II potrà ricreare ilatmosfera di Sandringham? Sua Maestà probabilmente cercherà comunque di rispettare le usanze natalizie legate alla residenza nel Norfolk, anche se non possiamo esserne sicuri. Forse aggrapparsi alle tradizioni potrebbe essere un modo per cercare un barlume di normalità e speranza in un momento così complicato.

Codice di abbigliamento natalizio

I membri della famiglia reale arrivano a Sandringham in piccoli gruppi. Sembra che alla regina Elisabetta non piaccia ricevere troppe persone contemporaneamente. I membri della famiglia reale sono generalmente elencati in ordine “crescente” di anzianità, quindi Carlo e Camille sono gli ultimi a varcare la soglia della residenza. Quando tutti sono seduti, viene consegnato loro il programma delle ferie con gli appuntamenti da prendere. Nella famiglia reale anche il Natale è rigorosamente codificato. Gli ospiti devono cambiarsi d’abito per ogni evento, anche se privato. Ciò significa che tutti indossano almeno tre abiti al giorno. Per la vigilia di Natale il codice di abbigliamento prevede la cravatta nera e lo smoking per gli uomini, l’abito da sera lungo per le donne. Le duchesse e le principesse possono indossare gioielli con diamanti dopo le 18:00 come da protocollo, ma poiché si tratta di eventi familiari, non indossano una tiara. Per la messa tradizionale a Sainte-Marie-Madeleine, alle 11, gli uomini sono, come sempre, in giacca e cravatta, mentre per le donne è obbligatorio il copricapo. La famiglia va in chiesa rispettando l’ordine gerarchico, cioè l’ordine gerarchico. È solo il giorno di Santo Stefano (il giorno di Santo Stefano del Regno Unito) che è consentito un abbigliamento più casual e comodo.

Scambio di doni secondo la dogana tedesca

Gli inglesi scartano i doni il 25 dicembre, mentre la famiglia reale preferisce farlo la vigilia di Natale, alle 18, subito dopo l’immancabile rito del tè. Era il marito di Regina Vittoria, Principe Alberto di Sassonia-Coburgo, per presentare questoDogana della sua patria, la Germania. I tedeschi infatti celebrano il 24 dicembre l'”Heiligabend Bescherung”, cioè lo scambio dei doni. L’esperto Robert Jobson ha rivelato: “La vigilia di Natale, quando tutta la famiglia è insieme, i nipoti ei pronipoti della Regina danno gli ultimi ritocchi all’albero di Natale di 20 piedi che si trova nel soggiorno bianco. I regali verranno aperti in questo giorno all’ora del tè, poiché i reali seguono ancora la tradizione tedesca di aprire i regali alla vigilia di Natale. I doni vengono posti nel Salon Rouge, su un tavolo da cavalletto ricoperto da una tela di lino bianco, con i biglietti che segnano i luoghi dove devono essere collocate le pile dei doni”. Di solito era il Duca di Edimburgo ad accompagnare i genitori al tavolo dei regali. Quest’anno, per la prima volta, non sarà lui a fare “gli onori di casa”.

READ  Afghanistan, Johnson: "Nessuno riconosce il governo talebano"

Cosa regalare alla famiglia reale?

Nella famiglia reale io volere sono rigorosamente low cost, divertenti e sfacciate. Ad esempio, nel corso degli anni Sua Maestà ha ricevuto un grembiule per lavare i piatti, e il Principe Harry un ascoltatori per la doccia con scritto sopra “Che schifo la vita, eh? “. Il Duca di Sussex, invece, ha ricevuto da Kate un kit di plastica dal titolo evocativo. “Fai crescere la tua ragazza” (“Crea la tua ragazza”), giocando sul fatto che il principe non aveva ancora trovato la sua anima gemella. L’unico a non rispettare il tradizione regali economici sarebbero stati dama diane che, nel 1981, avrebbe regalato alla principessa Anna un maglione di cashmere. Invece, la figlia di Sua Maestà le avrebbe regalato un porta carta igienica, senza ringraziarla per il costoso regalo che ha ricevuto. Diana non si perse d’animo e l’anno successivo si presentò a Sandringham con regali molto meno impegnativi. Ad esempio, ha regalato a Sarah Ferguson un tappetino da bagno con stampa leopardata.

Etichetta del pasto

Nessun membro del famiglia reale può iniziare a mangiare prima del sovrano. Inoltre, una curiosa usanza è che a Natale Sua Maestà si sieda a tavola al suono delle cornamuse in sottofondo. Un’altra regola proibisce ai Windsor di addormentarsi prima di Elisabetta II. È probabile che quest’anno, per ordine dei medici, la Regina non potrà pernottare nelle prime ore del mattino. Chissà, poi, se Sua Maestà dovrà stare attenta a non esagerare con il cibo. IL menù I Windsor non sono esattamente una “dieta”, ha rivelato l’ex Capo della regina Darren McGrady: insalata di astice o gamberetti come antipasto, tacchino arrosto (infatti vengono serviti 2 tacchini alla famiglia reale, 6 allo staff), cavolini di Bruxelles con bacon di Denhay Farms, fornitore di Windsor, patate arrosto o schiacciate, budino al brandy o panna liquida, decorato con agrifoglio e servito flambé, moncone di cioccolato, biscotti di panpepato, solo per citare alcune specialità. L’importante è che tutto Prodotti sono inglesi, biologici, legati alla tradizione natalizia e non c’è né cibo esotico né aglio, che la regina odia. La colazione del giorno di Natale comprende salsiccia e pancetta. Le donne in famiglia, come vuole il protocollo, dovrebbero consumarlo in camera da letto.

READ  Kamala Harris, tutti i guai del vicepresidente "tradito" dal suo staff - Corriere.it

scaletta di natale

Un’altra bizzarra usanza di Windsor è quella di bilancia. Sua Maestà insiste per pesare due volte tutti i suoi ospiti: all’inizio e alla fine del loro soggiorno a Sandringham. Se i propri cari hanno guadagnato peso, significa che hanno apprezzato il cibo e sono contenti del loro soggiorno. Oggi questa tradizione è diventata più un hobby che altro, ma ha origini antichissime, come ci spiega Ingrid Seward Grazia Regno Unito: “Risale all’inizio del ventesimo secolo, quando Edoardo VII era sul trono britannico. L’usanza serviva a certificare il godimento dei presenti”. Gli inviati hanno dovuto guadagnare 3 libbre, o 1,3 chilogrammi, per mostrare la loro “gratitudine”. Sembra che Lady Diana odiasse la scala, come racconta il film “Spencer”. I suoi problemi alimentari non gli hanno permesso di affrontare con la necessaria leggerezza quello che altro non è che un gioco.

La corona di carta

Nel Regno Unito, a Natale, le famiglie comprano i biscotto di natale, tubi di cartone dai colori vivaci che ricordano enormi caramelle, inventati nel 1847 dal mercante di caramelle Tom Smith. Originariamente io biscotto di natale contenevano i dolci con una nota recante una frase romantica (alla Baci Perugina). Tirando le estremità, il fascio è una specie di botto (da cui il nome Cracker). Oggi non ci sono caramelle all’interno, ma gadget come una corona di carta, un giocattolo o una filastrocca. Sua Maestà, però, non compra cracker di Natale nei negozi, ma li fa confezionare appositamente per la sua famiglia. Tutti gli invitati devono indossare il rosario di carta. Solo Elisabetta II si rifiuta di farlo, per rispetto della corona che ha sempre indossato.

Giochi della regina

Sua Maestà ama giocare ponte 24 e 25 dicembre, dopo cena. Quando gioca con figli e nipoti, le piace dare consigli e spettegolare. A proposito di giochi, comunque William e Harry Il 24 dicembre è sempre stato il giorno dedicato al gioco del calcio. Purtroppo, però, quest’anno il Duca di Sussex resterà in California con Meghan e i bambini. Forse William coglierà l’occasione per giocare con i suoi figli, George, Charlotte e Louis. Una curiosità: la famiglia reale non gioca mai Monopolio. È proibito. Una regola che può sembrare bizzarra, eppure il sovrano decise di vietare il famoso gioco da tavolo dopo aver scoperto che provocava troppi litigi in famiglia. Nel dicembre 2008, il principe Andrea ha partecipato alinaugurazione di una società immobiliare di Leeds e, quando gli fu dato il monopolio, il Duca di York preferì non accettarlo dicendo: “In famiglia non abbiamo il diritto di giocarci. Può farti stare davvero male”. I Windsor, tuttavia, si consolano guardando i film di Natale. Un favorito della famiglia è “Elf” con Will Ferrel (2003).

READ  "Nessun problema, i vaccini m-Rna si stanno riorganizzando"

Cartoline e dolci al personale

A Natale la regina Elisabetta non dimentica il suo staff. Secondo Mail giornaliera ogni anno la sovrana acquista 620 regali, tra oggetti di porcellana e buoni libri e 1.500 dolci per i suoi collaboratori. Due settimane prima di Natale, lo staff viene chiamato a Palazzo e ritira il dono dalle mani di Elisabetta II (se non riesce ad arrivarci, il regalo viene spedito a casa), che li ringrazia uno ad uno, con una formula ben precisa: “Grazie mille per il vostro aiuto durante tutto l’anno. Buon Natale”. I regali ora si acquistano online, ma in passato la Regina faceva scorta in negozi come quelli più grandi I negozi Harrods. Sua Maestà avrebbe speso circa £ 30.000 in regali al personale. Elisabetta II non dimentica di congratularsi di persona con il suo capo. Durante il pranzo di Natale, infatti, arriva nella stanza dove la famiglia reale si è radunata per affettare i tacchini. Il sovrano gli offre un bicchiere di whisky e lo ringrazia per il suo lavoro offrendogli un Buon Natale.

Natale da royal baby

Secondo indiscrezioni, i piccoli di casa Windsor non pranzano con i genitori il giorno di Natale, ma su a Sandringham. Hanno i loro quadro e i cugini più grandi come Lady Louise Windsor, figlia del principe Edoardo, li guardano di tanto in tanto. Con l’arrivo di George, Charlotte e Louis i duchi di Cambridge modificheranno una delle tradizioni Natale. In effetti, i bambini possono scartare un solo regalo alle 18:00 del 24 dicembre. Gli altri regali sono lasciati per la mattina del 25. Nel 2019, al programma a Berry Royal Christmas, Kate Middleton ha rivelato: “La tradizione della famiglia di William ora è quella di aprire un solo regalo alla vigilia di Natale, il che è davvero adorabile”. Ciò suggerisce che anche il resto della famiglia reale sta risparmiando qualcosa da buttare via per il 25, pur continuando a rispettare la tradizione tedesca dei Windsor. Kate ha anche aggiunto: “[George, Charlotte e Louis] si alzano molto presto la mattina di Natale per aprire i regali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *