Decreto Draghi, divieti fino al 30 aprile – Corriere.it

Cinque giorni di maggiore libertà per chi vive nelle zone della fascia arancione, quindi alla vigilia di Pasqua, l’Italia torna in rosso. Vietati viaggi e uscite, sono consentite visite a parenti e amici ma solo se sono presenti due. Nessun passaggio da una regione all’altra, puoi andare in seconde case a condizione che non si trovino in zone dove, a causa di ordinanze locali, è stato impedito l’accesso ai non residenti.

Fondamentalmente tutti ‘ordine firmata da Ministro della Salute Roberto Speranza da lunedì sono nella fascia rossa Calabria, Toscana e Valle d’Aosta e si aggiungono Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia, Marche, provincia autonoma di Trento, Piemonte, Puglia e Veneto. Nella fascia arancione invece sono Lazio (ma da martedì), Abruzzo, Basilicata, Liguria, Molise, provincia autonoma di Bolzano, Sardegna, Sicilia e Umbria.

ioIl 7 aprile entra in vigore il nuovo decreto governativo che ultimo fino al 30 aprile confermando gli attuali provvedimenti, compresa la sospensione della fascia gialla.

Ecco tutte le norme e divieti in vigore da lunedì 29 marzo.

Dal 29 marzo al 2 aprile in tutta Italia

Puoi lasciare la tua zona solo per motivi di lavoro, salute o emergenza.
Puoi andare in seconde case, ma solo il nucleo familiare che dimostri di avere il titolo entro il 14 gennaio 2021 e purché la casa non sia abitata da altri. Alcune regioni hanno vietato o limitato l’ingresso. Permesso di arrivare solo per motivi di lavoro, necessità e urgenza o per manutenzione straordinaria, limitando la permanenza alla soluzione del problema.

In Alto Adige è vietato recarsi in una seconda casa se non si è residenti.
In Campania il divieto si applica anche ai residenti nella regione.
I non residenti non possono entrare in Toscana.
Solo i residenti possono entrare in Valle d’Aosta.
Solo i residenti possono entrare in Sardegna e comunque dovrà essere presentato un tampone negativo prelevato nelle 48 ore precedenti o il certificato di vaccinazione anti-Covid.
In Sicilia si può entrare con un tampone negativo prelevato 48 ore prima dell’arrivo.
In Puglia anche i residenti non possono accedere alle seconde case.

READ  Calciomercato: le 5 occasioni del 2020


Dal 3 al 5 aprile: zona rossa Italia

È vietato uscire di casa salvo motivi di lavoro, salute, emergenza.
Puoi andare solo una volta al giorno per un massimo di due adulti con bambini sotto i 14 anni con parenti e amici.
Puoi recarti nelle seconde case con le stesse limitazioni dei giorni precedenti.

6 aprile in tutta Italia

Puoi lasciare la tua zona solo per motivi di lavoro, salute o emergenza.
Puoi andare in seconde case, ma solo il nucleo familiare dimostrando di avere il titolo entro il 14 gennaio 2021 ea condizione che la casa non sia abitata da altri. Restano valide le ordinanze di Toscana, Valle d’Aosta, Puglia, Alto Adige e Campania, Sardegna e Sicilia. Permesso di arrivare solo per motivi di lavoro, necessità e urgenza oppure per una manutenzione straordinaria, limitando la permanenza alla soluzione del problema.

28 marzo 2021 (modificato il 28 marzo 2021 | 7:03)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *